Mondo

Saipem 12000, ecco come l’affronto contro l’Eni è rimasto impunito

L’affronto subito dall’Eni per essere finita in mezzo al fuoco incrociato della disputa turco-cipriota è rimasto sostanzialmente impunito. Forse bisognerebbe ripartire dall’episodio dello scorso anno per effettuare una concreta valutazione degli interessi marittimi italiani in relazione alla situazione del Mediterraneo orientale ed in particolare del Mar di Levante. L’articolo di Fabio Caffio, Ufficiale della Marina militare in congedo, esperto di diritto marittimo, tratto da Affari Internazionali

Leggi tutto...

Mondo

Come Erdogan cerca la rivincita a Istanbul

Il valore fondamentale di Istanbul per la continuazione del progetto politico di Erdoğan ha quindi indotto l’AKP ad aumentare la pressione sull’YSK, anche al costo di intaccare ulteriormente l’immagine democratica del Paese, già messa a dura prova dalla dura repressione seguita al fallito golpe del 2016 e dalla disgregazione dell’equilibrio dei poteri disegnata dalla nuova Costituzione approvata l’anno seguente. La Nota del Cesi

Leggi tutto...

Smart City

Vi racconto da quali Stati i ricchi fuggono di più

È in corso – e l’Italia ne è in qualche modo in prima linea – una di quelle fasi storiche in cui interi popoli si mettono in movimento, passando da una parte del mondo all’altra. L’attenzione della stampa è focalizzata sulle emigrazioni di massa dei poveri e diseredati, ma la novità questa volta è che anche i ricchi, i molto ricchi, si stanno mettendo massicciamente in movimento… La Nota Diplomatica di James Hansen

Leggi tutto...

Mondo

Perché gli intrecci fra Italia e Qatar in Libia stupiscono il Vaticano

Un posizionamento così netto dell’Italia fa a pugni tanto con l’asse tripartito tra sauditi, emiratini ed israeliani, su cui è ancora imperniato il delicato ordine mediorientale, quanto con la strategia di Trump di disarticolare sia il blocco Qatar-Turchia-Iran che il più ampio disegno eurasiatico cinese. L’analisi di Francesco Galietti, fondatore di Policy Sonar

Leggi tutto...

Mondo

Vi spiego perché in Turchia è stata un po’ bocciata la Erdoganomics

Deprezzamento della lira rispetto al dollaro e crescita vertiginosa dell’inflazione che ha fatto aumentare il prezzo dei beni di consumo. I turchi sono stati colpiti nel portafoglio e nei loro consumi quotidiani. Ecco i fattori che hanno influito sui risultati del voto amministrativo in Turchia. L’analisi di Valeria Talbot, Senior Research Fellow dell’Ispi e Co-Head del Middle East and North Africa Centre

Leggi tutto...