Economia

Come evitare la deriva dell’Italia. Il commento di Polillo

Si mettano da parte le piccole strategie parlamentari e si vada al sodo. Si tracci quel programma che è indispensabile per rimettere in moto non l’economia, ma la società italiana. Sulla base di quelle indicazioni si aggreghino le forze necessarie, ponendo fine a stucchevoli divisioni. Ed il ricorso al voto popolare, premierà coloro che, in caso di fallimento, avranno avuto più tela per tessere. Il commento di Gianfranco Polillo

Leggi tutto...

Economia

Conte, Mieli, Franceschini e l’idea sciagurata di un nuovo Arco costituzionale. Il commento di Polillo

C’è chi vuole ritornare nell’alveo di un tran tran consolatorio: l’Europa; un buonismo, pure comprensibile sul piano etico, ma ingestibile su quello pratico; una politica economica dominata dal rispetto di vincoli finanziari che uccidono ogni voglia di fare. Il declino: in definitiva. Quella morta gora che l’Italia non può permettersi. Il commento di Gianfranco Polillo

Leggi tutto...

Economia

Perché con il salario minimo alla Di Maio la decrescita “felice” trionferà. Il commento di Polillo

Già in Marx il concetto di salario naturale era stato messo da parte, per inserirvi elementi derivanti dall’evoluzione sociale. Di Maio, invece, rovescia il ragionamento. Al Nord, dove tutto costa di più, la retribuzione in termini reali deve essere più bassa. Mentre al Sud, quello stesso salario, identico dal punto di vista nominale, deve continuare ad alimentare una piccola rendita di posizione. Il commento di Gianfranco Polillo

Leggi tutto...