skip to Main Content

Iveco

Perché Iveco di Exor si cappotta a Piazza Affari

Cede il titolo di Iveco Group in Borsa alla notizia che il membro del consiglio Olof Persson diventerà nuovo amministratore delegato del produttore di veicoli commerciali (società del gruppo Exor) al posto di Gerrit Marx (che passerà al timone di Cnh). 

Lunedì difficile a Piazza Affari per Iveco Group.

Stacco cedola e riassetto ai vertici mettono al tappeto la società del gruppo Exor (la holding di John Elkann che possiede anche StellantisCnh Industrial e il gruppo editoriale Gedi) visto che il produttore di veicoli commerciali sta ampliando le perdite rispetto all’apertura: i titoli accusano una flessione del 4,7% attestandosi a 11,57 euro. Per altro le quotazioni della società sono deboli dallo scorso 8 aprile, dopo aver toccato il massimo a 14,58 euro, segnala Radiocr.

A scuotere gli investitori ci hanno pensato infatti le manovre di Exor per i cambi al vertice dei suoi due principali gruppi industriali.

Ieri Il cda di Iveco Group ha annunciato che Olof Persson, attualmente consigliere indipendente del gruppo, sostituirà Gerrit Marx nel ruolo di ceo del gruppo con decorrenza dal primo luglio 2024, quando Gerrit Marx lascerà Iveco Group e tornerà in Cnh Industrial, dove era già stato president della divisione Commercial and Specialty Vehicles dal 2019 al 2021 (quando Iveco Group è stata scorporata da Cnh), e dove prenderà il posto dell’attuale Ceo Scott Wine.

Tutti i dettagli.

SCIVOLANO LE AZIONI DI IVECO GROUP

Alle 14.30 il titolo di Iveco cede il 3,25% a 11,74 euro per azione, ma, appunto, incide lo stacco del dividendo da 0,22 euro per azione (oggi staccano la cedola otto società del Ftse Mib, con un peso complessivo di -1,53%).

Con la pubblicazione dei conti 2023, il 9 febbraio Iveco aveva annunciato un dividendo di 0,22 euro per azione, per un totale di circa 59 milioni di euro — il primo dalla creazione del gruppo dopo lo spin-off da Cnh Industrial, approvato dagli azionisti a fine 2021 con la quotazione di Iveco Group avvenuta il 3 gennaio 2022 — e proposto un programma di riacquisto di azioni proprie fino a 130 milioni di euro, “soggetto alle condizioni del mercato e degli affari”.

IL RIASSETTO AL VERTICE PER IVECO E CNH

La performance a Piazza Affari dimostra che la notizia del riassetto ai vertici ha sorpreso il mercato.

Olof Persson, attuale amministratore indipendente di Iveco, diventerà il nuovo ceo dell’azienda al posto di Gerrit Marx. Persson ha partecipato attivamente allo sviluppo dei piani presentati nel Capital Markets Day di marzo e ha alle spalle una notevole carriera nell’automotive. Infatti, in precedenza è stato, tra le altre cose, ceo di Volvo Group, ricorda la nota del gruppo. “A nome di tutte le persone di Iveco Group vorrei ringraziare Gerrit per la sua energica ed efficace leadership negli ultimi due anni e mezzo e augurargli ogni successo nel ruolo che andrà ad assumere. Siamo fortunati che Olof, con la sua consolidata esperienza nel settore, diventi Ceo, garantendo continuità nell’esecuzione dei piani presentati a marzo”, ha commentato Suzanne Heywood, chair di Iveco Group.

Quindi Marx, attuale amministratore delegato di Iveco Group, scorporato da Cnh nel 2022, rientrerà in Cnh a partire dal 1° luglio.

In Cnh Industrial Marx è chiamato a “portare la stessa energia e focus che ha cosi efficacemente dimostrato guidando Iveco Group”, ha detto Heywood, in un momento in cui Cnh deve fare i conti con “un ciclo di ribasso del mercato finale ponendo l’accento sulla gestione delle scorte e dei costi, sull’espansione dei margini e sullo sfruttamento del pieno potenziale del nuovo stack tecnologico”.

L’USCITA DI SCOTT WINE DA CNH INDUSTRIAL

Marx subentrerà all’attuale ceo di Cnh Industrial Scott Wine, la cui richiesta di lasciare l’azienda al termine dell’attuale ciclo di business plan triennale per perseguire altri interessi è stata accettata dal Cda.

Negli oltre tre anni in cui Wine è stato ceo, Cnh è diventata un pure-play nel settore agricolo e delle costruzioni dopo la scissione da Iveco Group ed è ora quotata esclusivamente alla Borsa di New York.

All’inizio del 2022 Cnh ha completato infatti il progetto di spin-off di Iveco, per concentrarsi su macchine agricole e macchine movimento terra. Poco prima, nel 2021, ha acquistato la statunitense Raven, che sviluppa tecnologie per l’agricoltura di precisione, per 2,1 miliardi di dollari. Un anno fa la società ha annunciato un accordo per l’acquisizione di Hemisphere Gnss (Hemisphere), leader globale nella tecnologia di posizionamento satellitare ad alte prestazioni, attualmente di proprietà di Unistrong, società costituita nella Repubblica Popolare Cinese.

In questo periodo l’azienda ha riportato ricavi ed Ebit margin record, più che raddoppiato le spese di ricerca e sviluppo, ha lanciato iniziative di miglioramento dei margini e di incremento del valore ed entro maggio 2024 avrà restituito agli azionisti più di 3 miliardi di dollari sotto forma di dividendi e riacquisti di azioni.

Con la nomina di Marx a nuovo ceo di Cnh con effetto dal 1 luglio 2024, il Cda di Cnh Industrial ha deciso che la presentazione all’Investor Day prevista per il 21 maggio prossimo sarà rinviata a una data successiva per consentire a Marx di guidare la pianificazione e gli obiettivi della prossima fase di sviluppo della società. I risultati finanziari del primo trimestre, previsti il 2 maggio, saranno presentati da Wine, che continuerà a ricoprire il ruolo di Ceo fino a fine giugno.

IL COMMENTO DI INTESA SANPAOLO

“La notizia è giunta in modo totalmente inaspettato, come dimostra la decisione di Cnh Industrial di rimandare il Capital Markets Day. Secondo noi la tempistica non è ideale (a breve distanza dalla presentazione del nuovo piano industriale di Iveco Group e prima del Cmd di Cnh). Per questo motivo, ci aspettiamo della volatilità potenziale sui titoli di entrambe le società”, spiegano gli analisti di Intesa Sanpaolo, sottolineando che “l’ampia esperienza di Persson nel settore industriale dovrebbe rassicurare in certa misura gli investitori sulla continuità potenziale dell’esecuzione del piano industriale, con la conferma delle principali linee guida strategiche del gruppo”.

LE PREVISIONI DI INTERMONTE

Come ricorda Bloomberg, la partenza di Marx da Iveco arriva dopo che il mese scorso aveva annunciato una riorganizzazione dell’attività in cinque unità separate, una mossa volta a sbloccare il valore dei marchi dell’azienda migliorando al tempo stesso la trasparenza.

Comunque i risultati finanziari del primo trimestre di Iveco Group saranno presentati da Gerrit Marx, come previsto, il prossimo 10 maggio. Al proposito, gli analisti di Intermonte prevedono “un trimestre solido con una tenuta dei prezzi”.

Back To Top