Salute e ricerca

Cosa si sa del vaccino cinese Sinopharm

di

sinopharm

Vaccino cinese Sinopharm, tutte le ultime novità

 

79%. E’ questa l’efficacia annunciata del vaccino di Sinopharm anti Covid. La società farmaceutica cinese ha chiesto l’ok per la commercializzazione, ma i dati forniti, per il mercato occidentale non sono sufficienti.

Il vaccino viene comunque commercializzato per l’uso d’emergenza in Cina ed è il protagonista della campagna vaccinale già avviata negli Emirati Arabi Uniti. Andiamo per gradi.

L’EFFICACIA DEL VACCINO DI SINOPHARM

Partiamo dalle ultime notizie. L’azienda farmaceutica statale cinese Sinopharm ha annunciato, mercoledì 30 dicembre, che uno dei due suoi vaccini anti Covid-19, realizzati in collaborazione con il Wuhan Institute e il Beijing Institute, ha mostrato un’efficacia del 79,34%. L’azienda ha avviato le pratiche per la commercializzazione.

DATI INSUFFICINETI PER UN’APPROVAZIONE IN OCCIDENTE?

Si tratta di una buona percentuale: se è vero che è inferiore all’efficacia di Pfizer e Moderna, che si è attestata oltre quota 90%, è anche vero che è ben sopra la soglia del 50% considerata minima dall’Oms. Peccato, però, che oltre al numero di efficacia, come scrive Reuters, non ci siano indicatori sufficienti per valutare il vaccino. Non sono specificati nelle poche righe di descrizione, né il numero di persone testate, né gli effetti collaterali.

“Per garantire ulteriormente la quota di mercato, soprattutto in alcuni paesi occidentali, dovranno essere rilasciati più dati”, ha affermato Xi Chen, professore associato presso la scuola di medicina di Yale al Financial Times.

TASSI DI EFFICACIA DIVERSI

Eppure la campagna vaccinale con il vaccino di Sinopharm è già partita, dal 9 dicembre, negli Emirati Arabi Uniti, che in base ad un’analisi ad intermin degli studi clinici di Fase III, hanno annunciato un tasso di efficacia dell’86%.

IL VACCINO DI SINOVAC

Sembra avere un’efficacia ben più alta il vaccino della cinese Sinovac, realizzato in collaborazione con l’Istituto Butantan di San Paolo (Brasile) e che si basa sulla tecnologia del virus inattivato. Per la Turchia l’efficacia è al 91%, mentre il Brasile si è limitato a dire che è sopra il 50%. Poche ancora le informazioni anche su questo antitodo perché l’Oms proceda con la valutazione.

GLI ALTRI VACCINI CINESI

Non solo Sinopharm e Sinovac. In fase avanzata di sperimentazione anche altri due vaccini. Il Governo cinese ha autorizzato la somministrazione d’emergenza anche per il vaccino prodotto da Cansino Biologics. Il farmaco sfrutta un vettore virale non replicante (non esistono in commercio farmaci realizzati con questa tecnologia). Approdato da poche settimane alla fase di sperimentazione 3 il farmaco messo a punto da Anhui ZhifeiLongcom, una controllata della Chongqing Zhifei Biological, quotata a Shenzhen.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati