Sanità

Vaccino cinese anti Covid, tutti i segreti della società Cansino

di

vaccino covid reithera

Come è nata e cosa fa la società cinese Cansino al lavoro su un vaccino anti Covid

Dopo i russi, i cinesi. Arriva dal Paese là dove tutto è iniziato, la notizia di un vaccino contro la pandemia che sta tenendo in scacco il mondo intero. La Cina ha dato la sua prima approvazione a un possibile vaccino contro il Covid 19: è l’Ad5-nCoV, sviluppato da CanSino Biologics con l’Istituto di biotecnologia dell’Accademia delle scienze mediche militari.

La società

La CanSino Biologics è un’azienda biofarmaceutica innovativa. Il suo obiettivo principale è la ricerca delle migliori soluzioni per la prevenzione delle malattie. I metodi di cui si avvale sono una ricerca e uno sviluppo all’avanguardia e un avanzato sistema di produzione che consente la commercializzazione di prodotti vaccinali innovativi per uso umano in tutto il mondo, così almeno racconta la società di se stessa. È una società relativamente giovane: è stata fondata a Tianjin, in Cina, nel 2009 e in un solo decennio ha registrato una crescita enorme. Ora ha più di 450 dipendenti.

Le dimensioni

CanSinoBIO ha attualmente un centro di ricerca e sviluppo con una superficie di circa 12.000 metri quadrati e un campus di produzione commerciale di 35.000 metri quadrati, progettato, qualificato e gestito secondo gli standard internazionali cGMP (FDA, UE, OMS e Cina. Gli impianti pilota GMP situati nel centro di ricerca e sviluppo hanno superato gli audit QP dell’UE. La capacità di produzione annuale di massa delle strutture attuali può raggiungere circa 70-80 milioni di dosi, il che sarà in grado di supportare i piani di commercializzazione per i vaccini in via di commercializzazione.

Specializzazione: vaccini

La CanSino Biologics produce un vaccino approvato per la malattia da virus Ebola (Ad5-EBOV) e 16 candidati vaccini nella pipeline di prodotti. CanSinoBIO è stato elencato con successo nel Main Board di Hong Kong Exchange and Clearing Limited (HKEx) da marzo 2019. Attualmente sta concentrando il suo sviluppo lungo due direttrici: l’espansione continua della capacità di produzione per i vaccini attuali e l’ulteriore miglioramento della sua competitività e della portata del suo portafoglio promuovendo ulteriormente la ricerca e lo sviluppo di nuovi vaccini.

Il team di CanSinBio – si legge sul sito dell’azienda – lavora con attrezzature e risorse di laboratorio tra le più più avanzate al mondo per microbiologia, biologia cellulare molecolare, immunologia e biochimica.  Sono presenti inoltre  strutture di ricerca sugli animali di prim’ordine.

Collaborazione la chiave del successo

La CanSino ha messo in piedi un team di scienziati e dirigenti aziendali che in precedenza avevano ricoperto posizioni tecniche e dirigenziali presso molte delle principali aziende farmaceutiche del mondo, tra cui Sanofi Pasteur, Astra Zeneca, Wyeth (ora Pfizer) e CNBG (Cina). Grazie a questo staff di eccellenze ha sviluppato quattro tecnologie di piattaforma chiave, tra cui il vaccino vettoriale virale basato sull’adenovirus, la coniugazione, il design della struttura delle proteine ​​e la ricombinazione, nonché le tecnologie di formulazione dei vaccini. L’’azienda ha concesso in licenza una serie di nuove tecnologie e proprietà intellettuali attraverso collaborazioni con organizzazioni di ricerca internazionali e società di biotecnologia. Collabora inoltre attraverso partnership con centri accademici di livello mondiale o start-up che sviluppano tecnologie innovative. In questo modo sta preparando il suo database di conoscenze per i  prossimi decenni in modo da garantire una crescita sostenibile dell’azienda.

Oltre il Covid

Se ora è il vaccino contro il Covid ad aver acceso i riflettori sulla società, la CanSinoBIO sta attualmente sviluppando altri 16 vaccini candidati per 13 aree di malattie infettive, coprendo meningite, polmonite, tubercolosi, COVID-19 ,  malattia da virus Ebola, pertosse, difterite, tetano, fuoco di Sant’Antonio ecc. Tra queste, Ad5-EBOV, per la malattia del virus Ebola, che ha ricevuto l’approvazione NDA (New Drug Application) in Cina nell’ottobre 2017. Le applicazioni NDA di due vaccini coniugati meningococcici sono in fase di revisione NMPA.  Al momento, CanSinoBIO ha sette vaccini in fase di sperimentazione clinica o in fase di domanda di sperimentazione clinica. Ci sono anche sei vaccini pre-clinici in fase di sviluppo, incluso uno combinato.

L’impegno dell’azienda

La vaccinazione – dice la CanSinoBIO – è una parte essenziale nel controllo e nella prevenzione efficaci delle malattie.  Per questo, sostengono sempre fonti interne, la CanSinoBIO si impegna a rendere i vaccini innovativi e di alta qualità accessibili alle persone di tutto il mondo, per consentire a tutti di perseguire una vita sana e migliore. Del resto l’azienda sul suo sito esplicita i suoi criteri di filosofia aziendale: rispetto, agilità, innovazione, qualità superiore e coinvolgimenti sono i cinque pilastri indicati, quelli che devono qualificare il comportamento dei lavoratori di CanSinoBIO dentro l’azienda e fuori dell’azienda.

 L’Istituto di biotecnologia dell’Accademia delle scienze mediche militari.

Come detto, la CanSinoBIOha ha sviluppato il vaccino con l’Istituto di biotecnologia dell’Accademia delle scienze mediche militari. L’Accademia è stata fondata a Shangai nel 1951 e dal 1958 ha sede a Pechino.

Non è la prima volta che l’Accademia si segnala nel settore delle innovazioni farmacologiche. Nell’ottobre 2011 il farmaco “Night Eagle “, sviluppato per aiutare i soldati a far fronte alla privazione del sonno durante le missioni, è stato presentato in una mostra in occasione del 60 ° anniversario dell’istituto. E nel dicembre 2014, il governo cinese ha annunciato che l’Accademia delle scienze mediche militari aveva sviluppato un candidato vaccino contro il virus Ebola che era stato approvato per le sperimentazioni cliniche.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati