skip to Main Content

Torri Wind-3 contese tra Fastweb e Tiscali

Inwit Torri Wind-3 Persidera Inwit Tim Vodafone

Con la fusione Wind-3, le due telco possiedono torri e frequenze in eccedenza. L’Unione Europea potrebbe costringerle alla vendita di alcuni asset: a chi andranno le Torri Wind-3?

Fastweb e Tiscali a duello per aggiudicarsi alcune frequenze e torri Wind-3. L’Unione Europea sta esaminando in queste ore la fusione Wind-3 e potrebbe decidere per il mantenimento di 4 operatori strutturati, portando sul mercato alcune torri di trasmissione e frequenze dei 2 operatori. Alla partita sembrerebbero interessati Fastweb, Tiscali e (forse) Iliad. Nonostante le indiscrezioni dei giorni scorsi, invece, sembrerebbero non voler prendere parte ai giochi né Sky, né la franceseTransatel.

Frequenze e Torri Wind-3: cosa deciderà l’Ue?

Si attende entro questa estate il verdetto della Commissione Europea per le torri Wind-3. Con la fusione, le due telco insieme potrebbero rappresentare un problema per la libera concorrenza: insieme, infatti, possiedono torri e frequenze in eccedenza. È per questo che l’Europa potrebbe imporne la vendita ad un quarto operatore per evitare concentrazioni eccessive nel settore.

Uno sguardo particolare va alla questione frequenze per il 4G. 3, al momento, non dispone di frequenze sulla banda a 800Mhz (quella più pregiata), ma vanta 1 blocco sulle 1800Mhz, 2 blocchi sulle 2600 e tutto lo spettro sulle 2600 TDD. Wind, invece, come Telecom e Vodafone, si è riuscita ad aggiudicare 2 blocchi da 5Mhz sulle 800Mhz. Ma non dispone di frequenze sulla banda 1800Mhz, mentre ha 4 blocchi sulla banda 2600Mhz. A tutte queste frequenze, poi, dobbiamo aggiungere e frequenze già in portafoglio per le reti mobile 2G e 3G (ovvero quelle di 900Mhz e 2100Mhz) .

Torri Wind-3

Torri Wind-3: le telco giocano in anticipo

Le due telco, provando anche ad accelerare la decisione della Commissione Europea che dovrebbe dare il suo ok per la fusione, provano a giocare in anticipo. Wind-3 hanno già avviato dei colloqui per valutare la cessione di alcuni asset (siti radio e frequenze) ad un operatore che sia diverso da Vodafone e TIM.

Chi si aggiudicherà le Torri Wind-3, ora, è difficile capirlo, ma la partita (almeno al momento) sembra giocarsi tra Fastweb-Tiscali. Solo le due compagnie, infatti, sembrano aver avviato dei colloqui. In particolare, è Fastweb quella più interessata: la società, infatti, operando già come operatore virtuale, farebbe un gran salto di qualità ottenendo siti e frequenze.

A voler far parte dei giochi, invece, è Iliad di Xavier Niel, interessata ad entrare sul mercato telefonico italiano.

Non sembra interessata all’affare, invece, Sky Plc. Anche Transatel si è dichiarata estranea alla possibile acquisizione di torri e frequenze.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore