Mobilità

Enav, ecco che cosa prevede l’accordo sindacale

di

Tutti i dettagli sull’intesa tra Enav e i sindacati di settore su assunzione personale, piano industriale e non solo

Torna la pace in casa Enav?

La società che gestisce il traffico aereo nazionale, dopo mesi di turbolenze, ha trovato un accordo su assunzione personale e piano industriale con le organizzazioni sindacali UGL Trasporto Aereo, FILT- CGIL, FIT-CISL, Uiltrasporti e UNICA. Confermate, dunque, le indiscrezioni rivelate da Start Magazine.

L’ACCORDO

Nella serata di ieri 13 maggio, dopo giorni di intense trattative, Enav e organizzazioni sindacali “sono riuscite finalmente a trovare una sintesi tra la necessità da parte aziendale di avviare i processi e gli investimenti legati alle importanti innovazioni tecnologiche dei prossimi anni e la priorità più volte espressa dal Sindacato, di tutelare gli aspetti sociali e professionali di tutto il personale dell’azienda”, ha dichiarato a Start magazine Adriano Angelillo, responsabile nazionale del dipartimento tecnico trasporto aereo Ugl.

A siglare l’accordo sono state tutte le organizzazioni sindacali di settore: UGL Trasporto Aereo, FILT- CGIL, FIT-CISL, Uiltrasporti e UNICA.

SU COSA SI SONO ACCORDATI ENAV E I SINDACATI

Le due parti hanno siglato un protocollo di intesa in merito al piano industriale, oltre ad accordi specifici riguardanti l’organizzazione del lavoro nelle sale operative per la prossima stagione estiva ed il premio di risultato per i dipendenti, che sarà “il più economicamente consistente nella storia di ENAV”, in base a quanto dichiarato da Angelillo.

NUOVE ASSUNZIONI

Enav si impegna ad assumere nuovo personale operativo già dal mese di giugno. Non solo: la società si impegna anche ad avviare processi di professionalizzazione interna per formare nuovi controllori del traffico aereo.

“Si tratta di un accordo storico che rilancia investimenti ed occupazione”, ha commentato Angelillo.

LE AREE DI ROMA, MILANO, BRINDISI E PADOVA

“Si stabilizzano ed in alcuni casi si arricchiscono, le attività sui 4 centri di controllo d’area di Roma, Milano, Brindisi e Padova, determinando un upgradedi natura professionale, oltre che economica, permettendo comunque a quanti ne faranno richiesta, la permanenza sulle attuali sedi di lavoro”, ha spiegato Angelillo.

LE TORRIREMOTE

E ancora. Enav ha promesso alle orgnizzazioni sindacali il loro coinvolgimento formale sulla tematica delle cosiddette torri remote, di cui la società che dovrà normare ex-novo tutti gli aspetti contrattuali, operativi e di impiego delle nuove figure professionali che saranno inserite, come previsto dall’intesa raggiunta, nell’ambito degli impianti strategici della Società.

SODDISFAZIONE SINDACALE

“UGL Trasporto Aereo esprime grande soddisfazione per un accordo che conferma l’imprescindibilità di investimenti  cospicui ed a carattere continuativo su quello che rappresenta il vero core business di ENAV: i suoi Lavoratori, che ogni giorno con professionalità e passione garantiscono la mobilità e la sicurezza di milioni di passeggeri”, ha concluso Angelillo.

TUTTI GLI ULTIMI APPROFONDIMENTI DI START SU ENAV:

CHE COSA FARA’ ENAV CON LEONARDO-FINMECCANICA

IL GOVERNO AZZOPPA ALCUNE MOSSE DI ENAV

CHI E’ IL NUOVO PRESIDENTE DI ENAV VICINO AL PREMIER CONTE

CHE COSA SUCCEDE AI VERTICI DI ENAV? RUMORS

PERCHE’ SCARAMELLA E’ USCITO DA ENAV?

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati