Innovazione

Arriva la raccomandata digitale, le lettere si scaricano online

di

Raccomandata digitale

Da Aprile, chi non è in casa al momento della consegna della posta, riceverà da Nexive un avviso con un pin che permetterà di scaricare online la raccomandata digitale

La raccomandata digitale di Nexive rivoluziona il settore delle poste, facilitando la vita a molti cittadini. “Una novità destinata a rivoluzionare tempi e modalità del rapporto tra cittadini, aziende e pubblica amministrazione, in linea con gli obiettivi di semplificazione e diffusione della cultura digitale previsti dall’Agenda Digitale italiana e con le attuali riforme”, fanno sapere da Nexive, operatore postale privato.

Pensate che su 180 milioni di raccomandate spedite ogni anno, solo il 71% viene consegnato direttamente al cittadino, il resto diventa un avviso che ci invita al ritirare la posta allo sportello. Più della metà delle lettere non consegnate, però, non viene ritirata.

raccomandata digitale

L’idea della raccomandata digitale potrebbe portare tutte le lettere a destinazione. Nexive in collaborazione con la startup romana tNotice sta per lanciare la giacenza digitale. Chi non è in casa al momento della consegna della posta, può scegliere di recarsi al punto Nexive più vicino o scegliere di scaricare i documenti in questione dal proprio pc attraverso il codice pin contenuto nell’avviso.

La raccomandata digitale “rispetta standard di sicurezza analoghi a quelli dell’home banking – spiega Luca Palermo, amministratore delegato di Nexive – il sistema è semplice ed intuitivo: basta inserire i propri dati sulla piattaforma web insieme a un numero di telefono mobile. A quel punto il sistema genera un codice univoco che viene inviato via sms, attraverso il quale scaricare la propria raccomandata in formato digitale. E senza code allo sportello. In alternativa, si può sempre ritirare il plico di persona”. “Se si vuole aiutare la digitalizzazione del Paese bisogna offrire soluzione ibridie i cosiddetti “millennials” vogliono tutto on line ma c’è un’ampia fetta della popolazione che ha poca dimestichezza con la tecnologia. Con questa soluzione si cresce, ma in modo realistico”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati