Innovazione

Spid: da oggi abbiamo l’identità digitale. Ma non mancano i problemi

di

spid

Da oggi possiamo ottenere lo Spid, ma non mancano i problemi nella procedura di richiesta dell’identità digitale

E’ la giornata dello Spid: da oggi, 15 marzo, i cittadini potranno ottenere le loro prime identità digitali. C’è chi si è prenotato il Pin unico nei giorni scorsi, chi cerca di ottenere le credenziali del Sistema pubblico dell’identità digitale in queste ore. E se per qualcuno ottenere il Pin è stato facile e veloce, per altri non sono mancati i problemi. La trasformazione digitale dell’Italia non sembra partire nel migliore dei modi.

Come ottenere lo Spid?

Si potrà richiedere le proprie credenziali di accesso rivolgendosi a InfoCert, Poste Italiane e Tim (attraverso la società Trust Technologies del gruppo Telecom Italia). I tre provider hanno attivato modalità diverse per fornire l’identità digitale.

Per ottenere il Pin unico attraverso TIM, bisogna andare su Nuvolastore.it, registrarsi per ottenere un “TimId”, ma bisogna avere la Carta Nazionale dei Servizi o la Firma digitale o la Carta di Identità Elettronica. In futuro potremo ottenere la nostra identità digitale anche recandoci nei negozi TIM.

Poste Italiane permette di ottenere l’identità sia recandosi fisicamente nei 360 uffici predisposti al rilascio del Pin, sia tramite Web. Tramite internet è possibile ottenerlo registrandosi sul sito di Poste con la Carta Nazionale dei Servizi, con la Carta d’identità elettronica, con la firma digitale oppure come cliente di Poste Italiane (tramite strumenti di identificazione come lettore BancoPosta, numero di telefono certificato su carta Postepay o Libretto Smart, APP PosteID).

Per avere la propria identità digitale con Infocert, dovremmo collegarci al sito e ottenere il Pin tramite riconoscimento via webcam (a 15 euro) oppure con Firma digitale, Carta Nazionale dei Servizi o Carta d’Identità elettronica. In alternativa possiamo andare in un ufficio Infocert di persona (Roma, Milano o Padova).

Spid

Ottenere lo Spid…non mancano i problemi

Qualcuno ha già ottenuto le credenziali, mentre altri hanno riscontrato non pochi problemi nella procedura per avere il Pin unico. Sul sito di Poste c’è chi ha riscontrato problemi di LAG (LAtency Gap, ovvero ritardo) e chi dopo aver utilizzato l’APP posteID per la registrazione sullo SPID non è riuscito ad ottenere il via libera alla procedura.

Anche con Tim non mancano i problemi. La registrazione da mobile non sempre funziona (non è possibile selezionare il radio button), si resta bloccati e non si riesce a completare la procedura. Per la registrazione Web, dopo aver completato la procedura a chi non ha la firma digitale o la Carta Nazionale dei Servizi o la Carta di Identità elettronica si chiede di recarsi fisicamente in sede per l’autenticazione .

C’è chi ha riscontrato anche problemi su InfoCert, con il caricamento del documento d’identità.

Insomma, il digitale italiano avrà pure acceso i motori, ma il decollo sembra difficile.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati