Economia

Ecco le colpe dell’Unione bancaria e monetaria su Carige (e non solo su Carige). Parla il ministro Savona

di

Perché il governo ha approvato un decreto su Carige prevedendo una sorta di ombrello normativo? Perché la situazione di liquidità dell’istituto ligure “è il risultato dell’incompletezza dell’architettura istituzionale dell’Unione bancaria, che discende anche dalle lacune dell’Unione monetaria”. Ecco che cosa ha detto il ministro degli Affari europei, Paolo Savona, nel corso di un’audizione alle commissioni Finanze riunite di Camera e Senato sul decreto Carige.

Le misure su Banca Carige contenute nel decreto varato dal governo sono state notificate ai componenti dei servizi della Commissione europea che le ha approvate il 18 gennaio scorso, ritenendole compatibili con le norme del mercato interno e in linea con la comunicazione sul settore bancario del 2013 e con la direttiva sul risanamento e risoluzione delle banche. E’ quanto ha ricordato oggi il ministro degli Affari europei, Paolo Savona, nel corso di un’audizione alle commissioni Finanze riunite di Camera e Senato sul decreto Carige.

CHE COSA HA DETTO SAVONA SU CARIGE

Le misure, ha aggiunto, “sono state considerate appropriate, necessarie e proporzionate ad evitare la grave perturbazione dell’economia nazionale che sarebbe derivata da una più grave crisi di Banca Carige”. E la ricapitalizzazione precauzionale pubblica, prevista dal decreto, “riveste un carattere puramente eventuale e residuale, non è detto che certamente interverremo”, ha puntualizzato il ministro per gli Affari europei.

I PERCHE’ DEL DECRETO DEL GOVERNO SU CARIGE

Savona poi ha spiegato che la ricapitalizzazione precauzionale, che è “una misura di carattere temporaneo”, può essere autorizzata “solo se l’autorità competente abbia attestato che la banca è solvente e in ogni caso previa presentazione di un piano di ristrutturazione che la Commissione europea abbia valutato idoneo a ripristinare la redditività nel medio-lungo periodo”.

TUTTE LE PECCHE DELL’UNIONE BANCARIA E MONETARIA EUROPEA

In ogni caso, ha attaccato Savona, la necessità di intervenire per fronteggiare la situazione di liquidità dell’istituto ligure “è il risultato dell’incompletezza dell’architettura istituzionale dell’Unione bancaria, che discende anche dalle lacune dell’Unione monetaria”. Infatti, l’aver accentrato l’organo di vigilanza in sede europea senza una corrispondente attivazione della funzione di lender of last resort e senza creare un fondo di tutela dei depositi, secondo una linea maturata nel tempo sul piano teorico e affermatasi sul piano pratico, per il ministro non fa altro che creare “danni alla stabilità monetaria e finanziaria, alla crescita reale e all’occupazione e alla tenuta socio-politica dell’Unione”.

LA FRAMMENTAZIONE EUROPEA

Al contempo, “esiste una frammentazione di competenze in materia di relazioni con gli organi dell’Unione Europea, conseguente sia alla crescita significativa delle materie trattate dai suoi organi, frutto dell’evoluzione delle competenze dell’Unione sulla base dei Trattati, sia alle relazioni trasversali della normativa europea”.

COME STANNO LE BANCHE ITALIANE

In generale Savona considera il sistema bancario italiano “solido”, ma se è esposto a una crisi recessiva, ha avvertito, “questa solidità si attenua, e se a un certo punto in risposta all’attenuazione della solidità aumenta il capitale il discorso potrebbe avvitarsi”. Comunque non crede che il governo adotterà nuovi interventi per il settore bancario, dopo quello su Carige: “non sono informato in materia, ma non credo”.

IL PESO DELLA RECESSIONE

Peraltro, guardando al rallentamento economico globale, il ministro ritiene “inaccettabile subire una nuova recessione soprattutto se indotta dall’esterno poiché esistono gli strumenti per fargli fronte cioè gli investimenti”.

NODO CRESCITA

Dunque, se parte una recessione, si può fare qualcosa. “La crescita sarà quella che la collaborazione tra i paesi europei saprà darsi, non quella delle previsioni basate su strumenti palesatesi obsoleti. Un atteggiamento passivo su un andamento recessivo dell’economia europea si trasmette ai sistemi bancari. Non ci sono specificità del credito in Italia, ma problemi derivanti dalla bassa crescita, se accettiamo la recessione il riflesso sul sistema bancario è immediato”, ha sottolineato.

I MODELLI ECONOMETRICI

Così, per spiegare meglio gli andamenti dell’economia, e quindi anche la formazione dei bilanci pubblici, compreso il deficit, bisognerebbe “cambiare metodo di analisi”, ha suggerito Savona, osservando che in tutto il mondo ci sono modelli econometrici e non ce n’è uno che riesca a prevedere correttamente. Il problema è nello strumento usato nella precisione: “c’è un modo di elaborare un numero enorme di big data con l’intelligenza artificiale, oggi gli strumenti usati sono meno efficienti, dovremmo cambiare metodo e questi metodi non vengono ancora insegnati nelle università”.

Savona ha detto di aver incontrato l’altro ieri un rappresentante di un fondo cinese con cui ha trattato questo argomento. “Mi ha detto che loro usano algoritmi basati sull’intelligenza artificiale, come tutte le grandi società del mondo. Quando commento le previsioni non attacco chi fa queste previsioni, dico che vengono usati strumenti accreditati a livello accademico e scientifico, ma ancora non si esplorano altre soluzioni”, ha concluso.

(estratto di un articolo pubblicato su Mf/Milano Finanza)

++++

TUTTI I PIU’ RECENTI APPROFONDIMENTI DI START MAGAZINE SUL CASO CARIGE E NON SOLO:

LO STATO IN CARIGE? MEGLIO IL TESORO IN CAMPO CHE L’INSTABILITA’. PAROLA DELLA BANCA D’ITALIA

ECCO I NEFASTI GIOCHETTI DELLA BCE SULLE SOFFERENZE BANCARIE (NON SOLO DI CARIGE)

VI SPIEGO PERCHE’ SONO VELLEITARIE LE RICHIESTE BCE SU CARIGE. L’ANALISI DEL MINISTRO SAVONA

ECCO COME MUGUGNANO LE BANCHE VERSO BCE SU NPL E NON SOLO

COME CRESCE IL PARTITO DELLA NAZIONALIZZAZIONE DI CARIGE

VI SPIEGO LE DIFFERENZE TRA CARIGE E MPS. PARLA BAGNAI (LEGA)

ECCO COME IL GOVERNO SOCCORRERA’ CARIGE IN STILE MPS. FATTI, NUMERI E POLEMICHE

CHE COSA SUCCEDE ALLE BANCHE ITALIANE E COME SI MUOVE IL GOVERNO. IL COMMENTO DI POLILLO

TUTTO QUELLO CHE NON VI HANNO DETTO SU BANCHE DISSESTATE, BCE E NPL. L’ANALISI DI LITURRI

FUSIONE MPS-CARIGE. UNA FOLLIA. ECCO PERCHE’ IL CORSIVO DI FESTA DEL SOLE 24 ORE

Ecco perché la Bce ha commissariato Carige (e perche ha silurato Malacalza)

Che cosa succederà in Carige con l’amministrazione straordinaria

Perché il sistema bancario invoca un matrimonio riparatore per Carige

Tutte le rassicurazioni dei commissari di Carige

Numeri e problemi dell’impero Malacalza

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati