.Tecnologia / Innovazione, Innovazione

Net Neutrality: la banda larga negli Usa è servizio pubblico

di

net neutrality

Net neutrality: Obama ha scelto la strada del servizio pubblico. La classificazione dei servizi di internet a banda larga come telecomunication service ha prevalso su quella di information service.

Net neutrality salvaguardata quindi, ma non solo. In questo modo la FCC americana (Federal Communications Commission) potrà tornare ad avere un ruolo di autorità sui giganti delle telecomunicazioni.

Internet e il traffico sulle reti sono “servizi essenziali per la collettività” e come tali vanno regolamentati così come va salvaguardata la net neutrality. La battaglia per la neutralità della rete negli Usa va tempestosamente avanti da diversi anni e – come osserva il New York Times – l’attesa mossa di Wheeler “darà di certo la stura a un altro round di intenso dibattito e lobbying” fra gli araldi della “net neutrality” a tutti i costi e i maggiori provider, che invece tenderebbero a gestire in maniera discriminatoria il traffico dati dando priorità (e maggiore velocità) ai “servizi speciali”.

Net neutrality contro business models? Se le cose davvero dovessero cambiare, la Commissione finirà per avere la “forte autorità legale” per poter garantire che non vi siano più contenuti bloccati e che non si stabiliscano “corsie preferenziali” per pochi privilegiati. Secondo molti analisti, una spinta importante a definire regole più chiare è venuta dallo stesso presidente Barack Obama. Che ha più volte richiamato l’attenzione sul tema della Net neutrality.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati