.Tecnologia / Innovazione, Innovazione

Dispositivi indossabili, la nuova frontiera del mercato tecnologico

di

Dispositivi indossabili
Dispositivi indossabili

I dispositivi indossabili sono il futuro del mercato tecnologico. E’ quanto emerge dalla ricerca di Idc secondo cui le vendite mondiali di smartwatch e bracciali smart hanno segnato un aumento del 200% nel 2015. La wearable technology cresce esponenzialmente riuscendo a vendere più di 11,4 milioni di dispositivi, un bel passo in avanti rispetto alle 3,8 milioni di unità vendute nel primo trimestre del 2014.

Dispositivi indossabili, chi vende di più?

Non essendo ancora disponibili i dati riguardanti Apple con il suo Apple Watch, comanda la classifica dei migliori venditori la californiana Fidbit cresciuta del 129,4% , con un 34.2 % di share e 3.9 milioni di wearable venduti, andando a costituire il 34,2% del mercato. Numero due la cinese Xiaomi con il 24.6% di share, in crescita esponenziale. All’ultimo gradino del podio troviamo invece la svizzera specializzata in auto e fitness Garmin cresciuta invece 133% con 700mila unità vendute. Proseguono nella top 5 dei dispositivi indossabili Samsung cresciuta del 100% contando 600mila consegne, e Jawbone.

Dispositivi indossabili made in Cupertino ancora assenti

I dati non possono ancora tenere conto della grande corsa organizzata da Cupertino: secondo le prime stime realizzate da Global Equities il colosso di Cupertino avrebbe invece raggiunto e superato quota 7 milioni di Apple Watch ordinati. Secondo gli analisti la classifica sarà totalmente stravolta una volta che arriveranno i dati Apple relativi al secondo trimestre dell’anno. Dalle previsioni la mela morsicata avrebbe già consegnato 2,5 milioni di dispositivi e sarebbe pronta per consegnarne altri 5 milioni entro giugno.

Dispositivi indossabili, l’abbigliamento la nuova frontiera

Google vede lungo nel settore e ritiene che saranno i tessuti i dispositivi indossabili del futuro. Durante la conferenza per gli sviluppatori di Big G e’ stato lanciato il Project Jacquard, che prevede di trasformare i tessuti in superfici interattive. Anche se non è ancora possibile parlare di prezzi è possibile capire quali siano le tendenze e non solo. Il colosso di Mountain View ha infatti già trovato un partner, lo storico marchio americano Levi’s con il quale sarà possibile produrre vestiti hi-tech in larga scala. Diventerebbero una sorta di mouse per controllare il proprio smartphone dalle superfici dei tessuti… ancora qui avremo da aspettare.

Dispositivi indossabili in Italia

Anche in Italia il settore è in crescita: secondo i dati diffusi dall’Osservatorio Wearable nel 2014, i settori che vedono coinvolte più aziende in Italia sono: quello medicale, con il 47%, il wellness e fitness (35%), e il gaming, sicurezza e domotica, nei quali gli investimenti le aziende italiane hanno investito il 6%. Quella italiana è comunque una realtà composta da piccole aziende, spesso in dimensione di start up, si tratterà di vedere se sartoria artigianale e case di moda coglieranno l’occasione per fare il gran passo e cavalcare l’onda.

Dispositivi indossabili

Dispositivi indossabili

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati