.Tecnologia / Innovazione, Innovazione

Con Brainport i non vedenti potranno vedere con la lingua

di

Brainport
Brainport

BrainPort V100, il dispositivo che aiuterà i non vedenti. Sviluppato da Wicab, l’apparecchio combina un paio di occhiali con videocamera e un piccolo dispositivo intraorale, convertendo le immagini in segnali elettrici aiuta i ciechi a orientarsi.

Arriva  un nuovo dispositivo hi-tech che renderà più facile la vita per i non vedenti, permettendo di “vedere” il mondo attraverso la lingua. Il dispositivo aiuterà i ciechi a orientarsi nell’ambiente circostante elaborando immagini visive a partire dagli stimoli ricevuti sulla lingua. L’apparecchio studiato per i non vedenti si chiama BrainPort V100 e combina un paio di occhiali con videocamera e un piccolo dispositivo intraorale dotato di 400 elettrodi. Spiega la Food and Drug Administration, che pur non restituendo la vista, potrà abbinato al bastone bianco o al cane guida semplificare le azione quotidiane dei non vedenti.

brainport

Brainport

La Fda, l’ente statunitense che regolamenta i prodotti alimentari e farmaceutici, ha compiuto una serie di valutazioni sia sull’efficacia, sia sui potenziali rischi associati all’uso del dispositivo intraorale, test andati a buon fine. Il prodotto dalla Wicab ha anche ottenuto il placet di Bruxelles ed è ora disponibile anche in Europa.

brainport

Funzionamento Brainport

 

Il dispositivo funziona grazie a un software che converte le immagini catturate dalla videocamera in segnali elettrici, percepiti dall’utente come vibrazioni o formicolii sulla lingua. La sensazione, come riportano i produttori, è paragonabile a quella dell’acqua leggermente frizzante. Sarà necessario dell’esercizio per sfruttare le potenzialità di BrainPort, ma grazie ad esso i non vedenti potranno interpretare i diversi segnali ricevuti per determinare posizione, dimensione, forma ed eventuale movimento degli oggetti. Secondo i test portati avanti su 100 non vedenti, il 69% -74 pazienti- di chi ha preso parte alla sperimentazione di Brain Port per un anno, è stato capace di riconoscere gli oggetti. Davvero una buona notizia.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati