skip to Main Content

Naval Group scavalcherà Fincantieri in Grecia? Ecco le novità

NAVAL GROUP

Secondo fonti stampa francesi e greche, Parigi è prossima a un accordo con Atene per la vendita di tre fregate Fdi e tre corvette Gowind di Naval Group

Atene pronta a preferire le fregate francesi di Naval Group alle Fremm di Fincantieri?

Pare di sì secondo fonti stampa francesi e greche.

“Tra questa sera e domani sarà annunciata una commessa da 5 miliardi di euro effettuata dalla Grecia a Naval Group per la fornitura di tre fregate Fdi-Hn e tre corvette di classe Godwind”. Lo ha riferito in anteprima l’emittente televisiva BfmTv, citando fonti vicine al dossier, ripresa da Agenzia Nova.

“Se nulla è stato ancora finalizzato, non è escluso un accordo lunedì, durante l’incontro tra Emmanuel Macron e il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis” ha riportato Challenges.

Naval Group concorre infatti per il programma Hellenic Future Frigate avviato dalla Marina ellenica per l’acquisto di 4-12 fregate, un contratto che vale potenzialmente 2-6 miliardi di euro e che dovrebbe essere assegnato entro la fine di questo mese.

Nella short list del ministero della Difesa ellenico c’erano: l’olandese Damen con Sigma 11515; la francese Naval Group con Belharra HN; la tedesca Tkms con MEKO A200NG; l’inglese Babcock con Arrowhead; la statunitense Lockheed Martin con il Multi-Mission Surface Combatant (Mmsc) e l’italiana Fincantieri con le Fremm.

“La selezione si è ridotta al gruppo italiano, alla francese Naval Group (negli ultimi anni Parigi ha fatto incetta di commesse in Grecia) e all’olandese Damen”, aveva riferito qualche settimana fa Nordesteconomia.

La Grecia sceglie le fregate di Naval Group (con missili Mbda), battute Fincantieri e Lockheed Martin. Tutti gli aggiornamenti

Secondo un quotidiano ellenico, di recente l’Italia ha riformulato la proposta per aggiudicarsi la gara per le nuove fregate della Grecia. Il nostro paese sarebbe pronto a cedere subito due Fremm della Marina militare italiana pur di vincere la gara in Grecia con Fincantieri.

Ma pare che la commessa approderà stasera sul tavolo francese. E Naval Group ne avrebbe proprio bisogno.

Il gruppo cantieristico francese è in forte difficoltà dopo aver perso il contratto da 50 miliardi di dollari australiani con l’Australia per la fornitura di 12 sottomarini. Naval Group potrebbe essere costretto a rivedere i suoi effettivi e le sue capacità industriali.

Tutti i dettagli.

La Grecia sceglie le fregate di Naval Group (con missili Mbda), battute Fincantieri e Lockheed Martin. Tutti gli aggiornamenti

FRANCIA IN POLE POSITION PER LA GARA LANCIATA DALLA GRECIA

Naval Group sembra essere in pole position in una delle più grandi competizioni navali del momento, la gara lanciata dalla Grecia per quattro fregate di nuova generazione.

Secondo diverse fonti intervistate da Challenges, che confermano informazioni provenienti dalla stampa greca, la Grecia sembrerebbe sedotta dall’ultima offerta inviata dalla Francia.

L’OFFERTA DI NAVAL GROUP

Secondo Challenges, l’ad di Naval Group Pierre-Eric Pommellet è volato in Grecia la scorsa settimana per presentare e difendere personalmente l’offerta francese.

La proposta include tre fregate Fdi-Hn, più una opzionale, e — grande novità sottolineano i media — tre corvette Gowind da 2.500 tonnellate.

Le fregate Fdi-Hn sono navi da 4.600 tonnellate equipaggiate con radar concepiti da Thales.

RIVINCITA DOPO LA BATOSTA AUSTRALIANA?

Questa nuova svolta arriverebbe nel momento più opportuno per Naval Group, ancora sconvolto dall’improvvisa cancellazione del “contratto del secolo”, il programma sottomarino di classe Attack dell’Australia, commenta Naval news.

E la commessa greca non sarebbe un “premio di consolazione”. L’importo del contratto, se firmato, sarebbe dell’ordine di 5 miliardi di euro, non così lontano dagli 8 miliardi di euro che Naval Group avrebbe incassato dal contratto sottomarino australiano annullato a metà settembre da Canberra.

SCONFITTA FINCANTIERI?

Come dicevamo, ad Atene il gruppo francese deve affrontare la concorrenza dell’olandese Damen e dell’italiana Fincanteri, suo partner nella joint venture Naviris.

Secondo nuove indiscrezioni, il nostro paese è disposto a cedere direttamente alla Grecia due Fremm fino alla realizzazione delle altre due. Lo ha riportato il 23 agosto il quotidiano sportivo ellenico Sportime.

Si tratta di fregate italiane che già prestano servizio nella Marina Militare Italiana e Fincantieri le sostituirà con nuove, più moderne, che intende comunque costruire. Al momento la Marina ne possiede 8 destinate a diventare 10 a programma completato ( già in costruzione le due sostitutive di quelle cedute all’Egitto).

LE CONSEGUENZE GEOPOLITICHE

Se la Francia si aggiudicasse la commessa per le nuove fregate elleniche, ciò concretizzerebbe il rapporto franco-greco, rafforzato in precedenza dall’ordine di 18 Rafale a gennaio per 2,5 miliardi di euro, seguito da un altro ordine per altri 6, per un totale di 24.

Come ricorda Naval News, la Francia svolge un ruolo significativo nella modernizzazione delle forze armate elleniche a seguito delle crescenti tensioni con la Turchia. Sarebbe la logica conclusione di questa lunga e movimentata storia e segnerebbe una nuova era per la partnership franco-greca.

La Grecia sceglie le fregate di Naval Group (con missili Mbda), battute Fincantieri e Lockheed Martin. Tutti gli aggiornamenti

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore