skip to Main Content

Fincantieri veleggerà con Vard?

Fincantieri Vard

Vard (Fincantieri) ha firmato il contratto per la progettazione e la costruzione di un ulteriore Service Operation Vessel (Sov) per North Star. Tutti i dettagli

 

La norvegese Vard, controllata di Fincantieri, sprinta sull’eolico off-shore.

Vard ha firmato il contratto per la progettazione e la costruzione di un ulteriore Service Operation Vessel (Sov) per North Star. La società britannica ha già ordinato tre navi della stessa tipologia.

Si tratta del quarto contratto per l’eolico offshore concluso da Vard dall’inizio dell’anno.

L’ultimo concluso ad ottobre: Vard aveva firmato con la norvegese Norwind Offshore i contratti per la progettazione e la costruzione di 2 Commissioning Service Operations Vessel, con opzioni per altre 2 navi della stessa tipologia, e per la vendita e la conversione di una Platform Supply Vessel, che diventerà un Service Operation Vessel.

Ad agosto la società ha siglato il contratto per la progettazione e la costruzione di 2 Construction Service Operation Vessel (CSOV) per la società norvegese Rem Offshore.

Lo scorso aprile Vard ha ricevuto l’ordine per la costruzione di 3 unità Sov destinate a servire il parco eolico di Dogger Bank, nel Mare del Nord. Quest’ultimo, una volta completato, sarà il più esteso al mondo. Su questo sito convergono le attività di alcuni tra i maggiori operatori del settore al mondo, tra cui SSE Renewables, Equinor ed Eni.

Solo un anno fa la controllata di Fincantieri faceva il suo ingresso nel settore delle energie rinnovabili, al fianco di Mol e Ttm, due delle maggiori compagnie di shipping al mondo.

Tutti i dettagli.

LA QUARTA NAVE REALIZZATA DA VARD PER NORTH STAR

L’unità Sov per North Star entrerà a far parte della flotta a propulsione ibrida dell’armatore alla fine del 2024.

Come le precedenti, servirà anch’essa il parco eolico di Dogger Bank, a circa 130 chilometri a largo della costa orientale dell’Inghilterra, nel Mare del Nord, che comprende tre aree (A, B e C).

IL PARCO EOLICO DI DOGGER BANK

Come spiega la nota di Fincantieri, il progetto Dogger Bank A e B è una joint venture tra SSE Renewables (40%), Equinor (40%) ed Eni (20%). Nel novembre 2021 SSE Renewables ed Equinor, partner anche della joint venture 50/50 nel progetto Dogger Bank C, hanno annunciato che Eni acquisirà una quota del 20% nella terza fase, con SSE Renewables ed Equinor che manterranno il 40% delle quote ciascuna.

Il closing dell’accordo è previsto entro il primo trimestre del 2022, soggetto alle approvazioni normative.

FINCANTIERI CON VARD SI RAFFORZA NEL SETTORE RINNOVABILI OFFSHORE

Quotata alla borsa di Singapore e controllata da Fincantieri da gennaio 2013, Vard Group è uno dei leader mondiali nella costruzione di navi specializzate per il mercato offshore, si legge sul sito dell’azienda.

“Il settore delle energie rinnovabili offshore è in una fase di transizione da industria solo europea a mercato globale” afferma il gruppo cantieristico di Trieste. “Avendo già sviluppato numerosi concept di questo tipo di unità, Vard potrà sfruttare il trend in crescita del comparto, in cui emergono importanti attività che si apprestano ad essere avviate sia in Asia che in Nord America, oltre a un livello di investimenti ancora elevato in Europa, come dimostra il risultato raggiunto oggi dalla società norvegese” conclude la nota.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore