skip to Main Content

Auto senza conducente: la Cina è pronta alla rivoluzione

Guida Autonoma

La startup cinese Uisee pensa di mostrare la sua prima auto senza conducente a Las Vegas 2017, mentre Baidu sta effettuando gli ultimi test prima della commercializzazione

La Cina è pronta a portare su strada l’auto senza conducente: la rivoluzione a quattro ruote potrebbe arrivare addirittura prima di quanto ci si aspetti e prima (anche) che il cambiamento arrivi negli Stati Uniti (Elon Musk di Tesla ha ipotizzato tra 4 anni, Chris Urmson di Google ha ipotizzato tra 3 anni). Mentre Google è ancora in fase di test e mentre in America si prova a far chiarezza su alcuni dubbi che potrebbero impedire la circolazione delle Driverless Car, la Cina sembra proiettarsi al futuro.

Secondo una ricerca condotta dal Boston Consulting Group entro 15 anni, come riportato da Xavier Mosquet, amministratore delegato dello studio, la Cina sarà il più grande mercato per i veicoli autonomi. Questo sviluppo potrebbe essere anche incentivato dalla necessità di Pechino di porre fine al problema dell’inquinamento. “Non è che le persone sono più disposti a usare le auto a Pechino o Shanghai, è che il valore economico che deriverebbe dall’uso delle driverless car è molto più alto in Cina che negli Stati Uniti”, ha riportato Xavier Mosquet, convinto che il problema dell’inquinamento faccia da catalizzatore alla diffusione della tecnologia.

baidu

Le aziende cinesi che lavorano allo sviluppo dell’auto senza conducente

Diverse le aziende che stanno lavorando alla progettazione delle auto a guida autonoma, una di queste è LeTV, azienda tecnologica, che ha già sviluppato una sua vettura. La casa automobilistica cinese Great Wall Motors, invece, ha aperto un centro di ricerca nella Silicon Valley, ma il leader assoluto nel settore, in Cina, è la società del motore di ricerca Baidu, le cui auto senza conducente sono sbarcate nei giorni scorsi in America.

Baidu ha deciso di sfidare, in modo diretto, Google ed effettuare i test della sua unità anche sulle strade Usa. Obiettivo testare le auto su diverse strade e in diverse situazioni per arrivare ad una prima commercializzazione entro il 2018. Baidu, a differenza di Google, ha già risolto i propi problemi a livello normativo.

A voler fare la differenza, in questo settore, è anche Ganesha Wu, ingegnere veterano di Intel Corporation e direttore di Intel Labs Cina, che ha mollato tutto per dar vita ad una startup, Uisee, dedicata all’auto a guida autonoma. Il team prevede di portare una dimostrazione della tecnologia alla prossima fiera dell’elettronica di consumo di Las Vegas, nel 2017. “La sua squadra è una singolare collezione di Supertalenti”, ha commentato Kai-Fu Lee, venture capitalist, al The New York Times.

E’ impossibile, almeno per ora, fare un’ipotesi su quando vedremo le auto senza conducente circolare per le nostre strade, ma le ambizioni delle aziende cinesi ci fanno pensare che non dovremo poi attendere così tanto.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore