skip to Main Content

Che cosa succederebbe se la Russia invadesse l’Ucraina?

Estonia

Il punto di Giuseppe Gagliano

 

Partendo dalla recente dichiarazioni fatte da Putin a dicembre – “Se le nostre controparti occidentali continuano una linea chiaramente aggressiva, intraprenderemo contromisure tecnico-militari proporzionate” – numerosi analisti americani prevedono come sempre più realistico un conflitto. Quali sono gli scenari che vengono ipotizzati nel caso d’invasione da parte della Russia?

In primo luogo, qualsiasi tentativo di impadronirsi di una vasta area a est del fiume Dnipro, comprese città come Karkhiv, Dnipro e Odessa, e forse Kiev, costituirebbe una grande sfida operativa militare e richiederebbe tempo. Guardando uno scenario nozionale di un’invasione da parte di 130.000 soldati russi, l’operazione richiederebbe “settimane, se non mesi, per svilupparsi per essere completamente”. E un’invasione potrebbe incontrare resistenza e incorrere in pesanti perdite.

In secondo luogo, nel 2014 gli invasori russi hanno affrontato un’opposizione ucraina disorganizzata ma determinata, ma questa volta dovrebbero affrontare una forza combattente meglio addestrata, armata e motivata. Anche un assalto russo “shock and awe” – attacchi informatici ed elettronici di massa e un’operazione di armi combinate su più fronti – potrebbe non portare facilmente alla vittoria .

In terzo luogo, se l’Ucraina rischiasse di essere invasa o se gli alleati Nato adiacenti fossero minacciati, la Nato potrebbe intervenire. Anche se Biden afferma che fornire truppe statunitensi “non è sul tavolo”, in circostanze convincenti la Nato potrebbe scatenare una formidabile potenza aerea e navale.

In quarto luogo, il Cremlino potrebbe essere tentato di pensare che i timori di una guerra allargata o di attacchi con armi informatiche, missili a guida di precisione a lungo raggio o persino un uso limitato di forze nucleari non strategiche scoraggerebbero la Nato dall’intervenire militarmente. Tuttavia l’alleanza è preparata a rispondere all’aggressione con i propri strumenti di coercizione. Ad esempio, potrebbe porre in essere attacchi informatici che sconvolgono l’economia e il sistema finanziario della Russia e la logistica militare per i suoi combattenti in Ucraina.

Quinto, l’Ucraina potrebbe organizzare un’insurrezione a lungo termine contro gli occupanti russi, che potrebbero essere allungati o fare affidamento in parte su coscritti mal addestrati. Il 19 dicembre, il Washington Post ha detto che l’amministrazione Biden stava esplorando modi per aiutare i guerriglieri. Un’insurrezione potrebbe essere sostenibile se l’Ucraina a ovest del fiume Dnipro o uno stato membro della NATO divenissero un punto di appoggio logistico decisivo. Allo stesso tempo, le reazioni russe alla resistenza armata potrebbero essere “volte, dirette e brutali”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore