Mondo

NordLb? La Germania salverà le banche scricchiolanti facendo marameo a Bruxelles

di

Tutti i dettagli sul piano di salvataggio statale della banca tedesca NordLb

 

NordLb ha presentato ieri il bilancio 2018 e i dettagli del salvataggio che prevede l’impiego di 3,5 miliardi da parte degli azionisti pubblici.

TUTTI I DETTAGLI SUL PIANO

La Bassa Sassonia inietterà 1,5 miliardi di euro e altre misure di sostegno al capitale per 800 milioni, mentre la Sassonia Anhalt contribuirà con 200 milioni. Il fondo delle sparkassen Dsgv (volontario ma finanziato da banche pubbliche), verserà altri 1,135 miliardi.

CHE COSA SUCCEDERA’ AL CAPITALE DI NORDLB

Così la Landesbank, scesa al 6,8% di capitale dopo perdite nel 2018 per 2,4 miliardi, tornerà ad avere un capitale del 14%. Non sono state comunicate misure di bail-in o burden sharing a fronte delle iniezioni pubbliche.

COME AVVERRA’ IL SALVATAGGIO E IL RUOLO DELLA BCE

Il rafforzamento patrimoniale è atteso «nel terzo trimestre 2019», secondo quanto riportato dalla banca. Il via libera «in linea di principio» è già arrivato dalla Bce. Ora si attende quello della Commissione Ue, che si deve esprimere sul tema degli aiuti di Stato.

LE SPERANZE TEDESCHE PER IL SI’ DI BRUXELLES

Reinhold Hilbers, nel doppio ruolo di capo del consiglio di sorveglianza di NordLb e di ministro delle Finanze della Bassa Sassonia, ha espresso nei giorni scorsi «aspettative positive» sull’ok di Bruxelles.

LE FURBIZIE DELLA GERMANIA

Come evidenziato da MF-Milano Finanza, il piano presenta aspetti critici in materia di aiuti di Stato. Innanzitutto le ricapitalizzazioni dei Lander azionisti devono essere «a condizioni di mercato»: un criterio difficile da dimostrare, soprattutto dopo lo stop a un’offerta di privati (Cerberus e Centerbridge). In secondo luogo, NordLb utilizzerà il fondo interbancario delle Sparkassen: la Commissione ha già bloccato nel 2015 il Fitd italiano (che è obbligatorio ma impiega risorse private) nella vicenda Tercas.

IL PESO DELLA SENTENZA UE SUL CASO TERCAS

Nei giorni scorsi il Tribunale Ue ha bocciato la decisione della commissaria alla Concorrenza Margrethe Vestager, costata miliardi a banche e risparmiatori italiani: la sentenza potrà ora facilitare l’ok Ue su NordLb.

(estratto di un articolo pubblicato su Mf/Milano Finanza; qui la versione integrale)

+++

QUI L’APPROFONDIMENTO SU CASO TERCAS E RIFLESSI SISTEMICI TRA ITALIA E GERMANIA

ECCO QUANTO E’ COSTATO ALL’ITALIA IL NO DI BRUXELLES A FITD IN TERCAS

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati