skip to Main Content

Cosa combineranno i satelliti di Elon Musk nelle Filippine

Starlink

Due aziende di telecomunicazioni delle Filippine guardano con interesse ai satelliti di Starlink (SpaceX) per ampliare la copertura e la velocità delle connessioni a Internet nel paese. Tutti i dettagli

 

SpaceX, l’azienda aerospaziale statunitense fondata da Elon Musk (l’uomo più ricco del mondo), sta negoziando con due società di telecomunicazione filippine per lanciare il proprio servizio satellitare per Internet in un paese dove le connessioni sono scarse e lente.

DI COSA SI PARLA

La società filippina Transpacific Broadband Group International ha fatto sapere che sta valutando una partnership con SpaceX sul progetto Starlink, che prevede la costruzione di una grande costellazione di satelliti che permetterà di offrire connessioni a Internet dallo spazio.

L’obiettivo di Transpacific è di avviare il servizio entro il 2022. Non c’è solo SpaceX nei suoi piani di connettività, comunque: il gruppo ha già firmato un accordo con l’operatore di servizi di rete filippino ABS Global per una stazione satellitare nell’orbita bassa nella provincia di Pampanga, a nord della capitale Manila.

I VANTAGGI

La tecnologia satellitare in orbita bassa offre diversi vantaggi, spiega Transpacific: velocità, flessibilità, affidabilità, semplicità di configurazione e una larghezza di banda a bassa latenza di 27 millisecondi.

Le Filippine hanno bisogno di una migliore connettività a Internet, utile per stimolare lo sviluppo economico. Attualmente sono al 72esimo posto per quanto riguarda la velocità delle connessioni da mobile e al 64esimo relativamente alla banda larga fissa.

COSA FA STARLINK

Starlink, attraverso SpaceX, ha inviato nell’orbita bassa circa 1740 satelliti che forniranno accesso a Internet sulla Terra. Vuole arrivare a 30mila, ma dipenderà sia dall’ottenimento delle autorizzazioni, sia dalla domanda del mercato.

LE TRATTATIVE CON CONVERGE

Oltre che con Transpacific, SpaceX è in trattative – ma non è l’unica società del settore consultata – con un’altra azienda di telecomunicazioni filippina: Converge ICT Solutions, un operatore di banda larga in fibra ottica, che vorrebbe integrare la propria rete con dei satelliti.

“Vorremmo utilizzare la tecnologia satellitare a bassa orbita”, ha dichiarato Converge, “per colmare il divario nelle aree che sono irraggiungibili con i cavi in fibra ottica, in modo da poter fornire connettività a banda larga di qualità alla maggior parte della nostra gente”.

La società aveva già detto di vedere nello spazio una possibilità per ampliare i propri servizi di connettività e raggiungere quel 90 per cento della popolazione filippina (110 milioni di persone in totale) che non ha accesso a Internet ad alta velocità.

LA CORSA AI SATELLITI PER INTERNET

Starlink è al momento il progetto di rete satellitare per Internet più grande. Ma non è l’unico: c’è anche Kuiper di Amazon (il fondatore Jeff Bezos possiede peraltro un’azienda aerospaziale propria, Blue Origin) e Boeing, con un sistema di 147 satelliti per la banda larga negli Stati Uniti.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore