skip to Main Content

Investimenti Ibm: in Italia nasce il Watson Health

Investimenti Ibm

Con i nuovi investimenti Ibm punta allo sviluppo tecnologico (e non solo) dell’Italia e dell’Europa. Firmato un accordo tra il governo italiano e il Big della Silicon Valley per la nascita, a Milano, del Watson Health center. Il Bel Paese  verso la digitalizzazione della Medicina

Per i suoi investimenti Ibm ha scelto l’Italia. E’ stato annunciato un accordo con il governo italiano per la realizzazione, alle porte di Milano (nell’area di Expo 2015), del primo Centro di eccellenza europeo di Watson Health. L’annuncio è stato dato in occasione della visita di Matteo Renzo al entro IBM per il progetto Watson a Boston: “Il governo italiano è fortemente determinato a riprendere una posizione di leadership per l’Italia e per l’Europa in questo settore”, ha commentato il Premier durante il suo intervento. “Sono felice di questo accordo è l’esempio concreto di come pur essendo orgogliosi del nostro passato dobbiamo proiettarci nel futuro e l’Ibm ci aiuterà lungo questo percorso”.

“Lavoriamo da quasi un secolo con l’Italia, per noi è un mercato importante e siamo felici di poter investire nel futuro dell’Europa usando come piattaforma il vostro Paese”, ha invece affermato Ginni Rometty, ceo di Ibm. I nuovi investimenti Ibm porteranno alla nascita di una quartier generale europeo per il Watson center e la creazione di almeno 600 posti di lavoro (verranno arruolati data scientist, ingegneri, ricercatori e progettisti ).

investimenti Ibm

Gli Investimenti Ibm, il Watson Health e  la digitalizzazione della Medicina

Il Watson center si occuperà di Medicina e della gestione informatica di tutti gli aspetti sanitari. Si tratta di una importante novità, che potrebbe portare una rivoluzione digitale in ambito medico. “Oggi per l’Italia è un grande giorno. Insieme al governo puntiamo a realizzare un hub internazionale per promuovere la conoscenza nel campo della genomica, dei Big data, dell’invecchiamento della popolazione e dell’alimentazione”, ha dichiarato Enrico Cereda, Ceo di Ibm in Italia a Panorama.

Tante e diverse le cose di cui si occuperà il centro Watson: dai controlli agli aggiornamenti delle cartelle cliniche, dalla registrazione (e ottimizzazione) delle voci di spesa della sanità pubblica agli esperimenti genetici e alla ricerca e cura per il cancro.

Il supercomputer Watson, di proprietà di Ibm e conosciuto per aver sconfitto ad un quiz famoso Brad Rutter e Ken Jennings, i campioni storici della trasmissione, potrebbe aiutare (e non poco) i medici di corsia. “Watson, per esempio, potrà prevedere fino a tre ore in anticipo una crisi glicemica di un diabetico” ha affermato Enrico Cereda, o aiutare a fare una diagnosi veloce. “Watson aiuta i medici a formulare le diagnosi e a trovare le cure migliori confrontando alla velocità della luce il caso in esame con tutti quelli in archivio. È stato calcolato che a un dottore servirebbero 10 mila settimane per leggere e capire 10 milioni di casi di singoli pazienti: Watson lo fa in pochi secondi”.

Watson: non solo medicina

E’ vero, il centro sarà dedicato, in particolare, alla medicina e alla sua digitalizzazione ma Watson non è solo questo. Il supercomputer, per esempio, è in grado di leggere i flussi di tutti i post di Facebook e tutti i cinguettii che vengono pubblicati su Twitter anticipando le tendenze prima che lo diventino. Alcune aziende sfruttano già le sue capacità, utilizzando il computer per prevedere le mode dei mesi successivi.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore