Economia

Cosa fa Fincantieri Marine Group con i politici Usa

di

Fincantieri Marine Group

La controllata Usa del colosso cantieristico guidato da Bono, Fincantieri Marine Group (Fmg), ha versato contributi a politici per 27mila euro. Ecco le attività di Fmg

Lo scorso anno Fincantieri Marine Group, controllata Usa di Fincantieri, ha versato circa 26.800 euro a partiti politici negli Stati Uniti. Come riportato da Radiocor, la casa madre italiana lo ha segnalato nelle risposte scritte ai soci pubblicate in vista dell’assemblea di bilancio tenutasi il 9 giugno a porte chiuse per l’emergenza legata al Covid-19.

“Fincantieri non effettua alcun versamento a partiti, fondazioni politiche o politici italiani o esteri e non ha crediti nei confronti degli stessi” scrive la multinazionale italiana della cantieristica nella risposta. Regole diverse, invece, per la controllata Usa, guidata da Dario Deste, uno dei principali costruttori di navi di medie dimensioni negli Stati Uniti.

Ecco i dettagli sulle attività di Fincantieri Marine Group.

COSA FA FINCANTIERI MARINE GROUP

Fincantieri Marine Group comprende tre cantieri navali: Fincantieri Marinette Marine progetta e realizza navi militari e in particolare le Littoral Combat Ship (LCS) classe Freedom per la US Navy; Fincantieri Bay Shipbuilding, cantiere navale presso Sturgeon Bay, focalizzato nella costruzione, riparazione e conversione di navi mercantili e di navi da supporto offshore e Fincantieri ACE Marine, sito produttivo specializzato nella costruzione di imbarcazioni in alluminio di piccole e medie dimensioni per la Guardia Costiera statunitense e costruttore dei Response Boat-Medium.

Come ha ricordato AnalisiDifesa, “dal 2008 la società ha investito più di 180 milioni di dollari per modernizzare i tre cantieri in Wisconsin, assumendo e formando da allora più di 1.000 persone, con una forza lavoro complessiva nei tre siti di circa 2.500 persone oltre a un indotto di più di 350 ditte di contractors”.

IL CANTIERE FINCANTIERI MARINETTE MARINE

Durante il webinar “Covid-19 e resilienza: ripartire dall’industria” organizzato dalla rivista Rid, il ceo di Fincantieri Giuseppe Bono (in carica dal 2002) ha ricordato come “l’acquisizione dei cantieri di Marinette Marine in Wisconsin nel 2008/2009, in piena crisi finanziaria e da molti criticata, si è dimostrata una scelta lungimirante che ha contribuito alla vittoria della gara per le future fregate FFG(X) della US Navy”.

LE FREGATE FGG(X)

A fine aprile la Marinette Marine Corporation si è aggiudicata la gara per la fornitura di una fregata alla US Navy del valore di 800 milioni di dollari. Il contratto prevede l’opzione di altre 9 per un valore complessivo di 5,5 miliardi di dollari.

“Qui abbiamo dimostrato che la modalità con cui operava la Us Navy era sbagliata, perché il prime contractor non era chi costruiva la nave (come Lockheed Martin nel caso del programma LCS). Nella gara per questa nuova fregata sono stati invitati i costruttori navali”.

IL PROGRAMMA LITTORAL COMBAT SHIP

Nel 2010 la Us Navy ha assegnato il programma LCS (Littoral Combat Ship) a FMM, nell’ambito della partnership tra Fincantieri e Lockheed Martin, leader mondiale nel settore della difesa.

Si tratta di uno dei principali programmi di costruzione navale della marina ed è collegato a una nuova generazione di navi di superficie di medie dimensioni. Queste navi sono progettate per attività di sorveglianza e difesa costiera ed eseguono operazioni in acque profonde.

Il programma riguardava 52 navi, di cui 28 al consorzio Lockheed Martin con Fincantieri e le altre 28 ad Austal Usa. In questi 10 anni Fincantieri Marinette Marine ha avuto dalla Marina statunitense 16 LCS, più altre 4 commissionate per l’Arabia Saudita.

4 NAVI ALL’ARABIA SAUDITA

A dicembre la US Navy ha assegnato al consorzio guidato da Lockheed Martin, del quale fa parte FMM, un ordine plurimiliardario per la costruzione di quattro unità “Multi-Mission Surface Combatants” (MMSC) destinate all’Arabia Saudita. Fincantieri costruirà le navi presso il cantiere Marinette. Il contratto ha un valore di circa 1,3 miliardi di dollari per Fincantieri Marinette Marine

Ad oggi quindi Fincantieri ha ricevuto ordini di 20 navi di cui 9 consegnate negli Stati Stati.

L’INVESTIMENTO NEL CANTIERE DEL WISCONSIN

Peraltro, lo scorso novembre Fincantieri aveva già potenziato i suoi cantieri americani in vista della possibile assegnazione del contratto FFG(X). Come aveva scritto Aurelio Giansiracusa su AresDifesa, “Fincantieri investirà 100 milioni di dollari nel principale dei tre suoi stabilimenti statunitensi, il Fincantieri Marinette Marine (FMM). A questa cifra si aggiungeranno ulteriori 30 milioni di dollari stanziati dallo Stato del Wisconsin, dove si trovano i tre impianti (oltre il FMM, l’Ace Marine ed il Bay Shipbuilding). Attualmente, Fincantieri in consorzio con Lockheed Martin, è impegnata nella costruzione delle Littoral Combat Ship, il Navy Lighterage System migliorato, unità contromisure mine nonché di unità rompighiaccio dell’U.S. Coast Guard. Inoltre, sono iniziati i lavori di costruzione ed allestimento delle quattro fregate leggere derivate dalle LCS destinate alla Marina dell’Arabia Saudita”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati