skip to Main Content

Indesit-Whirlpool, quando Renzi disse: è un’operazione fantastica

Indesit-Whirlpool dal 2018 dovrà rinunciare a 1350 lavoratori ma potrà contare su 500 milioni di euro investiti in ricerca, produzione e prodotto. Quando Renzi disse della vendita a Whirlpool: “è un’operazione fantastica”

Indesit-Whirlpool nel piano industriale di Whirlpool dovrà subire 1350 esuberi, nello stabilimento di Caserta, con la cessazione dei lavori dello stabilimento di Albacina. Nello stesso piano industriale annunciati investimenti in ricerca e sviluppo di 500 milioni di euro. Gli esuberi per Indesit avverranno dopo il 2018. I sindacati sono sul piede di guerra, ma la cosa più significativa che il Governo italiano ha fatto trapelare che la mossa della multinazionale del Michigan è un “fulmine a ciel sereno”, visto che otto mesi, al momento della firma, gli americani diedero garanzie sulla conservazione dei livelli occupazionali.Matteo Renzi

Renzi la definì “un’operazione fantastica”

In un’intervista al Corriere della Sera datata 13 Luglio, a firma di Maria Teresa Meli, il presidente del Consiglio, Matteo Renzi definì questa operazione industriale Indesit-Whirlpool “fantastica“, aggiungendo: “Ho parlato personalmente io con gli americani a Palazzo Chigi. Perché non si attraggono gli investimenti e poi si grida “al lupo”, riscoprendo un’autarchica visione del mondo che pensavamo superata. Noi, se ci riusciamo, vogliamo portare aziende da tutto il mondo a Taranto, come a Termini Imerese, nel Sulcis, come nel Veneto. Il punto non è il passaporto, ma il piano industriale. Se hanno soldi e idee per creare posti di lavoro, gli imprenditori stranieri in Italia sono i benvenuti”.

I numeri di Whirlpool

La firma dell’acquisto di Whirlpool relativo ad Indesit avvenne l’11 Luglio scorso, giorno in cui la famiglia Merloni ha venduto il 60% della società agli americani. Whirlpool è un colosso mondiale con 68 mila dipendenti, un fatturato nel 2013 di oltre 19 miliardi, 66 fabbriche e centri di ricerca in tutto il mondo. Indesit è stata venduta a Whirlpool ad un prezzo di 11 euro ad azione, con un esborso totale di 758 milioni di euro.

Made in Italy, shopping straniero nel Belpaese

Quello di Indesit è stato uno dei tanti casi di shopping in Italia, dopo il 2010, da parte di un gruppo estero. Nel 2014 le operazioni di acquisto di società italiane da parte di stranieri sono ammontate a due miliardi di euro. Il Made in Italy specialmente dell’alimentare ha visto negli anni la cessione di importanti e storiche marche italiane: Gancia, Galbani, un accordo preliminare di vendita del Pastificio Garofalo, la pasticceria confetteria Cova, la Bertolli, Orzo Bimbo. Nel 2013 la francese Lactalis acquista Parmalat. Per non parlare di importanti marchi del settore della moda, come Loro Piana, acquisito dal colosso francese LVMH per due miliardi di euro nel 2013.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore