skip to Main Content

Donald Trump correrà per la Casa Bianca?

Donald Trump, magnate televisivo e immobiliare americano, ha intenzione di prendere parte alla corsa per la Casa Bianca del 2016 tra le fila dei repubblicani. Non è la prima volta che l’eccentrico imprenditore annuncia una sua discesa in campo, questa sarebbe la quarta volta  che paventa un interessamento per Casa Bianca.

Impegnato nel settore immobiliare e televisivo, considerato tra gli uomini più ricchi al mondo, il magnate ha dichiarato di aver formato un comitato esplorativo con sede a New York per verificare la fattibilità dell’impresa, assumendo consiglieri politici in stati decisivi per la corsa alla White House come Iowa, New Hampshire e South Carolina.

Donald Trump si è lanciato più volte in aspre critiche contro le politiche portate avanti dal presidente Barack Obama: “Abbiamo perso il rispetto di tutto il mondo”, “Io sono l’unico che può fare l’America veramente grande di nuovo!”. Trump, che si è detto di essere “più serio che mai”, prosegue affermando: “Un sacco di gente pensa che stia facendo questo per divertimento, pensano che sia un bene per il mio marchio…”. Già il mese scorso Trump aveva dichiarato Conservative Political Action Conference in Maryland: “Non sto facendo questo per divertimento, sto facendo questo perché dobbiamo riprendere in mano il nostro paese”. Forti sono restano i dubbi sull’effettiva volontà del magnate di prendere parte a confronto, sembrerebbe lo stesso copione visto con diverse frequenze a partire dal 1988, fatto di annunci di grandi stile e di scomparse al momento delle primarie.

 

Donald Trump

 

Per il magnate la sfida per la presidenza apparirebbe comunque piuttosto in salita, in un sondaggio portato avanti da Wall Street Journal/NBC News è emerso che quasi tre quarti degli elettori del GOP hanno già dichiarato di non aver alcuna intenzione di sostenere Trump in una corsa per la Casa Bianca. Tra le fila repubblicane la corsa per la presidenza è sempre più affollata. Sono in tanti a sondare il campo a suon di osservatori e sondaggi per verificare la fattibilità dell’impresa e  la lista degli aspirati si fa sempre più lunga: tra i tanti figurano il senatore della Florida Marco Rubio (attualmente è in testa alle preferenze), Lindsey Graham senatore della Carolina, il Governatore del Wisconsin Scott Walker, il governatore del New Jersey Chris Christie e l’ex governatore della Florida, figlio e fratello d’arte, Jeb Bush. Nonostante le divisioni, secondo i sondaggi  Donald Trump riesce a mettere d’accordo, per dissensi, il maggior numero di elettori del GOP Repubblicano:

 

http://blogs.wsj.com/washwire/2015/03/11/2016-blues-57-of-republicans-cant-support-chris-christie/
http://blogs.wsj.com/washwire/2015/03/11/2016-blues-57-of-republicans-cant-support-chris-christie/

 

A parte i numeri, il fatto che Donald Trump non faccia marcia indietro sarebbe già il suo grande successo.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore