.Economia, Economia

Perchè Toshiba crolla in Borsa?

di

toshiba

Toshiba crolla in Borsa: il titolo perde 16 punti percentuali in seguito a rumors di una perdita straordinaria di circa 100 miliardi di yen

Occhi puntati su Toshiba. Mentre l’indice azionario Nikkei ha messo a segno un rialzo dello 0,03% a 19.403 e mentre continua a salire l’inflazione in Giappone (più 0,5% nel mese di Novembre), gli occhi dei mercati asiatici (e non solo) sono puntati su Toshiba: il conglomerato industriale giapponese, infatti, ha visto le sue azioni crollare su rumor relativi a timori di svalutazioni massicce legate alle attività nucleari negli Stati Uniti. Come scrive Bloomberg, il titolo dell’azienda ha perso fino a 16 punti percentuali. Proviamo a capire il motivo.

Toshiba crolla in borsa: perchè?

Il crollo in Borsa della compagnia giapponese, dicevamo, è dovuto al rischio di dover registrare per il 2016-2017 una svalutazione di diversi miliardi di dollari. In particolare, Toshiba rischia di registrare una perdita straordinaria di circa 100 miliardi di yen (854 milioni di dollari), derivante dalla società americana sua controllata controllata Westinghouse Electric Company, azienda che opera nel settore dell’energia nucleare, leader per la fornitura di prodotti e tecnologie per le utility di tutto il mondo.

toshibaContinuano, dunque, le cattive notizie. in quello che la società giapponese considera un core business.

Il crollo in borsa e la grande perdita, fanno di Toshiba un osservato speciale, dal momento che potrebbe mandare in “stato di allerta” la borsa di Tokyo. Già il 19 dicembre, la società asiatica ha ammesso la necessità di miglioramenti nei sistemi di gestione interni dell’azienda, per poi dover confermare i rumors sul rischio della grande perdita.

Toshiba: nessun segno di ripresa

Le indiscrezioni sulla nuova perdita di Toshiba non fanno che peggiorare una situazione già critica. A fine dello scorso anno, infatti, sulla scia di uno scandalo contabile (le cifre della società erano state gonfiate per 1,3 miliardi di dollari), l’azienda aveva annunciato l’intenzione di tagliare o ricollocare circa 6.800 impiegati del settore business di consumo e 3700 del business tv.

In quei giorni, il titolo arrivò a perdere fino al 40% del suo valore, senza mai dare segni di una ripresa forte e duratura sui mercati. Ad un anno di distanza, infatti, il titolo crolla nuovamente.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati