skip to Main Content

Apple alla conquista del mercato cinese (e dell’automotive)

Apple

Apple ha deciso di investire 1 miliardo di dollari in Didi Chuxing, la rivale cinese di Uber. La casa di Cupertino punta a conquitare il mercato cinese e ad ampliare il suo core business

Apple sfida Uber. La casa di Cupertino ha scelto di investire 1 miliardo di dollari in Didi Chuxing, la rivale di Uber in Cina. A confermare la notizia è stato Tim Cook, Ceo di Apple. Si tratta di un investimento importante, che potrebbe cambiare le sorti della società cinese, impegnata, in questi giorni, a raccogliere fondi da 2 miliardi di dollari, con i quali sarà valutata 25 miliardi di dollari.

L’investimento di Apple non porterà alla società cinese solo denaro: la Mela Morsicata, infatti, si impegna anche a mettere punto la piattaforma per la condivisione dei dati di Didi Chuxing, uno strumento utile per la società, che effettua, ogni giorno, 11 milioni di corse, servendo 300 milioni di clienti. Tutto questo potrà aiutare Didi Chuxing nella sua battaglia con Uber.

Didi Chuxing: un business in crescita, che fa gola ad Apple

Non è stato difficile per Didi Chuxing, nata lo scorso anno dalla fusione tra le rivali Didi Dache e Kuaidi Dache, controllate rispettivamente dai Tencent e Alibaba, raccogliere investimenti: il core business dell’azienda piace e promette bene. Basta pensare che la valutazione della società cinese è passata da 6 miliardi di dollari, nel febbraio 2015, a ben 25 miliardi di dollari. Numeri importanti per una startup, che fanno gola anche ad Apple.

Dopo il calo delle vendite degli iPhone, è chiaro che la casa di Cupertino intende diversificare in maniera rilevante il suo core business, che l’ha resa così popolare a livello mondiale.

Apple

Mossa strategica: Apple e il mercato cinese

L’investimento in Didi Chuxing è strategico e lo ammette lo stesso Tim Cook. La nostra mossa “una serie di motivi strategici, tra cui la possibilità di saperne di più su alcuni segmenti del mercato cinese”, ha commentato in una intervista telefonica all’agenzia Nuova Cina.

“Naturalmente, crediamo che ciò porterà nel corso del tempo un grande ritorno per il nostro capitale investito”, ha continuato Tim Cook, convinto anche di una futura crescita dell’economia cinese “L’accordo riflette il nostro entusiasmo per il loro business in crescita e la nostra persistente fiducia nell’economia cinese nel lungo periodo”. Apple è alla conquista di nuovi mercati.

L’investimento potrebbe anche essere utile per riattivare un dialogo con le autorità cinesi su tematiche come la riattivazione dell’iBook Store e l’iTunes Movie Store, recentemente bloccati dalle Autorità.

Apple sempre più interessata all’automotive

Non vuole solo penetrare in nuovi mercati, Apple intende anche puntare sull’automotive. A dimostrarlo è anche il progetto Titan, per la realizzazione della prima iCar.  Secondo le notizie riportate da Zeitung Frankfurter Allgemeine, la Mela Morsicata ha aperto a Berlino un centro di ricerca, dove un team segreto, composto da 15-20 tecnici di alto livello provenienti dalle maggiori aziende tedesche del settore, starebbe lavorando alla Apple iCar.

Sempre secondo il quotidiano tedesco, il progetto va sotto il nome di “Titan”: l’auto è di piccole dimensioni, “potrebbe essere lanciata già nel 2019-2020”. L’auto non sarà, almeno inizialmente, a guida autonoma. Sulle caratteristiche tecniche, sul design, sulle prestazioni dell’auto senza conducente di Cupertino si sa ancora molto poco, ma sembra che il progetto di Apple sia in fase avanzata. Forse, la Apple iCar potrebbe fare il suo ingresso ufficiale sul mercato nell’ambito di un servizio di car sharing, come il Car2Go di Daimler o il DriveNow di Bmw.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore