Mobilità

Tutte le turbolenze di Lufthansa

di

Lufthansa

Lufthansa: taglierà 22.000 posti lavoro, metà in Germania. Il governo tedesco ha approvato aiuti da 9 miliardi per la compagnia aerea.Tutti i maggiori vettori nel mondo che gli Stati stanno salvando

Cura dimagrante per Lufthansa.

Lufthansa prevede di tagliare 22.000 posti di lavoro in tutto il mondo, ovvero il 16% della sua forza lavoro, a causa dell’impatto dell’epidemia di Covid, ha sottolineato il vettore tedesco all’Afp.

GLI ESUBERI DI LUFTHANSA

“Avremo 22.000 posti di lavoro a tempo pieno in meno all’interno del gruppo Lufthansa, di cui la meta’ in Germania”, ha detto la compagnia, aggiungendo che vuole evitare licenziamenti “per quanto possibile”.

COME SI MUOVERA’ LUFTHANSA

Lufthansa punta ad evitare i licenziamenti secchi, grazie alla “disoccupazione parziale” e agli accordi negoziati con i sindacati.

IL GRUPPO

Il gruppo, che possiede anche le società europee SWISS, Austrian, Brussel Airlines ed Eurowings, ha 135.000 dipendenti in tutto il mondo.

LO SCENARIO PER LUFTHANSA

All’inizio di giugno, il capo del gruppo Carsten Spohr aveva stimato a soli 10.000 il numero di dipendenti in eccesso. Ma “la domanda nel traffico aereo riprenderà visibilmente molto lentamente”, ha affermato la compagnia, che prevede anche di tagliare 100 dei 763 aeromobili della sua flotta.

IL COMMENTO DELLA COMPAGNIA

“Senza una significativa riduzione dei costi del personale durante la crisi, rovineremo la possibilità di un migliore riavvio e rischieremo di indebolire Lufthansa”, commenta Michael Niggemann, responsabile delle risorse umane nel consiglio di amministrazione del gruppo.

I NUMERI

La pandemia del coronavirus ha avuto un forte impatto sull’attività del principale gruppo aereo europeo. Lufthansa ha registrato nel primo trimestre 2020 una perdita netta di 2,1 miliardi di euro. Nei prossimi mesi il gruppo aumenterà sicuramente di potenza dopo aver rilanciato alcune rotte a giugno, ma a livello di posti aerei il gruppo tornerà al 40% a settembre.

I DETTAGLI SUL PIANO DELLA GERMANIA PRO LUFTHANSA

Il governo Merkel ha architettato un pacchetto da 9 miliardi per la compagnia aerea tedesca, che nel primo trimestre 2020 ha registrato una perdita netta di 2,1 miliardi di euro.

Lo Stato entrerà nel capitale e sarà primo azionista con una quota del 20% (con possibilità di portarsi poi al 25%). Il Fondo di stabilizzazione acquisirà partecipazioni fino a 5,7 miliardi, di cui 4,7 classificati come patrimonio netto. Inoltre sottoscriverà azioni a titolo di aumento di capitale al fine di costituire una quota del 20% del capitale azionario. Il contributo in contanti ammonterà a circa 300 milioni. 3 miliardi dovrebbero arrivare nelle casse di Lufthansa in forma di prestiti dalla banca pubblica Kfw (alla cifra partecipano anche banche private per 600 milioni di euro).

Tutto, però, è ancora da decidere (i vertici di Lufthansa sono ancora indecisi se accettare o meno gli aiuti per via delle condizioni imposte dall’Ue).

NON SOLO ALITALIA. ECCO COME LE COMPAGNIE AEREI NEL MONDO SARANNO AIUTATE DAGLI STATI

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati