Advertisement skip to Main Content

Stellantis Guida Autonoma

Stellantis sulla guida autonoma punta sull’Ungheria

Il gruppo guidato da Carlos Tavares ha tirato a bordo la startup ungherese aiMotive. Tutti i progetti di Stellantis sulla guida autonoma

 

Stellantis ha annunciato la scorsa settimana di aver finalizzato l’acquisizione di aiMotive, realtà attiva nello sviluppo di soluzioni avanzate per l’intelligenza artificiale e di software per la guida autonoma. Exit di successo, insomma, per la promettente startup ungherese di László Kishonti.

GUIDA AUTONOMA, COSA FARANNO STELLANTIS E aiMOTIVE

aiMotive opererà come consociata di Stellantis, mantenendo la propria autonomia operativa. Il fondatore László Kishonti manterrà la carica di Ceo. L’azienda continuerà inoltre a essere operativa sul mercato con aiSim, aiData e aiWare, offrendo le proprie soluzioni tecnologiche in queste aree essenziali a clienti terzi.

Stellantis, fa sapere il Gruppo guidato da Carlos Tavares, creerà un Consiglio di Amministrazione per “monitorare aiMotive e per preservarne la logica di startup impegnata nello sviluppo di soluzioni di innovazione rapida”.

GLI ALTRI PROGETTI

Attualmente, Stellantis sta lavorando a soluzioni di guida autonoma di Livello 3 e Livello 4 con partner tecnologici del calibro di BMW e Waymo. La collaborazione con Waymo, iniziata nel 2016, comprende lo sviluppo di un minivan Chrysler Pacifica Hybrid di Livello 4 per il primo fornitore al mondo di servizi commerciali di taxi a guida autonoma con sede a Phoenix (Arizona, USA). Waymo sta inoltre lavorando in esclusiva con Stellantis come partner privilegiato allo sviluppo e al collaudo di veicoli commerciali leggeri a guida autonoma di Livello 4.

LA COLLABORAZIONE CON LA 5GAA

Stellantis partecipa attivamente a diverse iniziative in tutto il mondo per valutare la tecnologia cellulare 5G e la gestione di grandi volumi di dati. La comunicazione wireless ad alta velocità, del resto, è un elemento chiave per abilitare livelli più elevati di autonomia dei veicoli, così come le future tecnologie per la mobilità e i servizi connessi.

In collaborazione con la 5G Automotive Association, Stellantis ha partecipato a prove live per testare le notifiche di sicurezza in tempo reale per veicoli e pedoni basate sulla tecnologia cellulare 5G ad alta velocità e la tecnologia Multi-access Edge Computing. Le prove si sono svolte a Torino a fine 2021 e in Virginia (Stati Uniti) a inizio 2022.

Stellantis partecipa inoltre a numerosi progetti co-finanziati dall’Unione Europea, tra cui: il progetto 5G CROCO per la sperimentazione del corridoio transfrontaliero 5G tra Francia, Germania e Lussemburgo; il progetto 5G CARMEN incentrato sul corridoio transfrontaliero tra Italia, Austria e Germania; e il nuovo progetto 5G OPEN ROAD in Francia. Questi progetti, complementari tra loro, si concentrano su diversi casi d’uso per valutare tecnologie, infrastrutture, funzionalità e servizi all’interno degli ecosistemi locali.

 

Back To Top