.Smart City / Mobilità, Mobilità

Futuro dei trasporti: ecco cosa ci aspetta tra auto volanti e Skytrain

di

Smart city

Futuro dei trasporti, cosa dobbiamo aspettarci? Sono tanti i progetti che potrebbero radicalmente rivoluzionare la nostra idea di spazio e di città, vi proponiamo quelli più importanti e visionari.

 

ET3 (Evacuated Tube Transport Technologies)

Nel futuro dei trasporti c’è un sistema basato su capsule che viaggiano all’interno di tubi. Le capsule si muovono grazie alla lievitazione magnetica all’interno di tubi dai quali è stata rimossa l’aria per diminuire l’attrito. La spinta propulsiva viene data dall’energia elettrica, in parte recuperata al momento del rallentamento delle capsule. Il sistema, promette la società, costerebbe meno di un’autostrada e supporterebbe più traffico. Può supportare una velocità di 600km orari ma potrebbe raggiungere i 6,500 km/h. Questo permetterebbe di percorrere New York Pechino in 2 ore.

ET3

 

 

Shweeb

Progetto per il futuro dei trasporti finanziato da Google, che nel 2010 ha investito 1.000 mila dollari. Shweeb si basa su delle capsule montate sulle delle monorotaie, mosse grazie ai pedali. Si tratta già di una realtà, esiste infatti già un prototipo in un parco divertimenti di Nuova Zelanda. Un modo green e salutare per rivoluzionare il trasporto cittadino.

 

Terrafugia FLYING CAR

Terrafugia vuole rivoluzionare il futuro dei trasporti attraverso le macchine volanti. Esistono modelli già funzionanti, e sicure capaci di essere utilizzate sia come automobili che come aeroplani. Resta solo far pressione per avere una legislazione che sia abbastanza moderna che possa supportarle. Il futuro sembra vicino, i primi modelli potrebbero essere consegnati nel 2016 a un costo di 279.000 dollari.

 

Skytran

Si tratta di un sistema di trasporto ad alta velocità che può raggiungere la velocità di 150 miglia orarie, basato su capsule capaci di trasportare due persone per volta grazie alla lievitazione magnetica. Il programma verrà testato quest’anno a Tel Aviv, in Israele. Il costo del sevizio, stando a quanto dichiarato, sarà pari a un biglietto dell’autobus. Si propone di risolvere il problema del traffico cittadino e ridurre l’inquinamento. Quanto spenderà Tel Aviv? 80 milioni di dollari. Un peso gravoso per la città, non certo tutti possono sostenere i quasi 6 m-i-l-i-a-r-d-i di euro di costi della metro c della capitale italiana.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati