Mondo

Pil Germania, la locomotiva tedesca non sfreccia più. Numeri e commenti

di

Germania pandemia

Crescita zero per il Pil della Germania nel quarto trimestre del 2019. Fatti, numeri e analisi

PESSIME NOTIZIE SUL PIL IN GERMANIA

Crescita zero per il Pil della Germania nel quarto trimestre del 2019. Secondo i dati dell’ufficio di statistica federale l’economia tedesca è rimasta stagnante nell’ultimo trimestre, con una variazione dello 0,4% anno su anno.

LA CRESCITA FIACCA DEL 2019 IN GERMANIA

La crescita dell’economia della Germania, nel 2019, si ferma a un +0,6%. E’ quanto informa l’ufficio di statistica (Destatis) dopo che nell’ultimo trimestre dell’anno l’aumento del Pil è stato pari a zero, mandando l’economia in “stagnazione”.

LE TENDENZE IN GERMANIA

Destatis ricorda come, dopo una partenza “dinamica nel primo trimestre (+0,5%) e un calo nel secondo (-0,2%) si era registrato un lieve recupero nel terzo trimestre del 2019 (+0,2%)”.

IL GIUDIZIO DEGLI ANALISTI

Un dato da confrontare con le attese degli economisti prospettavano per il quarto trimestre 2019 una crescita dello 0,1% a livello trimestrale e dello 0,2% a livello tendenziale. “L’economia tedesca continuerà a flirtare con la recessione nella prima metà di quest’anno”, ha commentato Andrew Kenningham, capo economista europeo di Capital Economics. “Con lo stallo del prodotto interno lordo tedesco nell’ultimo trimestre del 2019, l’economia ha iniziato quest’anno con uno slancio ancora minore di quanto molti si aspettassero”, ha continuato Kenningham.

GLI UMORI DELLE IMPRESE

Mentre alcuni sondaggi sulle imprese sono leggermente aumentati a gennaio, altri come l’indice Ifo sul clima economico sono scesi e “tutti sono coerenti con una stagnazione del pil nella migliore delle ipotesi”, ha aggiunto l’esperto, sottolineando come questi sondaggi siano stati raccolti prima dell’epidemia di coronavirus, che potrebbe ridurre il pil nel primo trimestre data l’esposizione della Germania alle catene di approvvigionamento globali e alla domanda dalla Cina.

EFFETTO EXPORT PER L’ITALIA

L’Italia si sta sganciando dalla locomotiva tedesca? Ci sono segnali in questo senso secondo i dati odierni. Le esportazioni italiana nel 2019 sono in aumento (+2,3%), anche se in misura inferiore rispetto al 2018 (+3,6%), le importazioni invece calano dello 0,7%, ha comunicato l’Istat. L’incremento delle esportazioni in valore nel 2019 riflette un aumento sostenuto dei valori medi unitari (+3,1%) e una flessione dei volumi (-0,8%). Il tasso di crescita dell’export è più sostenuto verso i paesi extra Ue, in particolare verso Svizzera e Stati Uniti, mentre l’export verso Cina e Germania è in flessione.

GLI APPROFONDIMENTI DI START SULL’ECONOMIA TEDESCA:

PERCHE’ LA GERMANIA FIACCA DEVE PREOCCUPARE L’ITALIA

CHE COSA NON VA NELL’ECONOMIA TEDESCA

CHE COSA SI DICE IN GERMANIA SULL’ECONOMIA TEDESCA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati