skip to Main Content

Chi è (e cosa fa) Mukesh Ambani, il nuovo paperone

Mukesh Ambani

Mukesh Ambani ha raggiunto Elon Musk, Jeff Bezos e Warren Buffett nel club dei paperoni. Tutti i dettagli sull’uomo più ricco d’Asia

 

L’esclusivo club a 12 cifre delle persone più ricche al mondo ha una new entry. Si chiama Mukesh Ambani e a fargli compagnia ci sono altri 10 uomini quasi tutti statunitensi, a eccezione del francese Bernard Arnault.

CHI È MUKESH AMBANI

Mukesh Ambani, per esteso Mukesh Dhirubhai Ambani, è nato il 19 aprile 1957 ad Aden, in Yemen. È uno dei quattro figli di Dhirubhai Ambani, benzinaio divenuto poi imprenditore.

A causa del clima politico sempre più instabile ad Aden, si legge su Britannica, la famiglia si trasferì nel 1958 nel quartiere Bhuleshwar di Bombay (ora Mumbai), dove vivevano in un chawl (edificio popolare molto diffuso nelle città industriali indiane).

Nello stesso anno, Dhirubhai e un cugino fondarono la Reliance Commercial Corporation, che da un’attività di commercio di materie prime divenne la Reliance Industries Limited.

Ambani ha conseguito una laurea in ingegneria chimica presso l’Università di Bombay e iniziato un master in amministrazione aziendale presso la Stanford University, successivamente interrotto per unirsi all’azienda di famiglia, dove ha lavorato per diversificare la società, avventurandosi in una vasta gamma di settori.

LITIGI IN FAMIGLIA

Dopo la morte del padre nel 2002, Ambani e suo fratello Anil hanno assunto la direzione delle società Reliance. Tuttavia, scrive il South China Morning Post, le faide tra i fratelli per il controllo hanno spinto la madre, Kokilaben Ambani, a dividere i beni di Reliance attraverso un accordo di non concorrenza in base al quale Mukesh ha assunto il controllo del petrolio, del gas, dei prodotti petrolchimici, della raffinazione e della produzione, mentre Anil ha ottenuto l’elettricità, le telecomunicazioni e i servizi finanziari.

LA CLASSIFICA

Ambani oggi è l’uomo più ricco d’Asia e si posiziona undicesimo nella classifica dei più ricchi al mondo. Lo precedono, partendo dal decimo posto e scalando la vetta, l’imprenditore e filantropo Warren Buffett; l’ex ad di Microsoft Steve Ballmer; il cofondatore di Oracle Larry Ellison; l’imprenditore e amico di Larry Page (che ritroveremo poco più su), Sergei Brin; il presidente e onnipresente fondatore di Facebook Mark Zuckerberg; il già citato e padre di Google Larry Page; il creatore di Microsoft Bill Gates.

E infine, medaglia di bronzo per il proprietario del gruppo di lusso LVMH Bernard Arnault; argento per il fondatore di Amazon, Blue Origin e proprietario del The Washington Post Jeff Bezos; e per concludere, l’oro va al CEO SpaceX, Tesla, Neuralink e molto altro Elon Musk.

Fonte: Bloomberg

COSA CI FA AMBANI NELLA CLASSIFICA

Ambani è il fondatore e presidente dell’indiana Reliance Retail Industries, società che spazia dal settore petrolchimico, al petrolio, al gas, alle telecomunicazioni e alla vendita al dettaglio. Secondo la rivista Forbes ha un valore netto stimato di 99 miliardi di dollari.

Il numero uno di Reliance vale ora 100,6 miliardi di dollari, dopo essere salito di oltre 7 miliardi di dollari nelle ultime quattro settimane, secondo il Bloomberg Billionaire’s Index. Le azioni del gruppo, scrive Quartz, hanno raggiunto un massimo storico l’8 ottobre.

RELIANCE SCHIACCIA FUTURE GROUP

Il 7 ottobre, infatti, la società di Ambani ha annunciato una partnership con il marchio americano 7-Eleven per portare la catena di negozi in India. La società è pronta a lanciare i minimarket della catena texana in tutta l’India e sabato ha aperto il suo primo negozio a Mumbai.

L’annuncio è arrivato a pochi giorni dalla fine del precedente accordo di 7-Eleven con il principale competitor di Reliance, Future Group. Il sodalizio, iniziato nel 2019, era terminato all’inizio di ottobre, perché l’azienda non aveva potuto soddisfare gli obiettivi di apertura dei negozi e il pagamento delle tasse di franchising.

7-Eleven ha più di 77.000 negozi in 18 Paesi del mondo.

LE ULTIME DA RELIANCE

La Reliance Retail Ventures, il ramo commerciale del gruppo – scrive BBC riportando un comunicato della società – con un fatturato di 21 miliardi di dollari è il più grande e il più redditizio rivenditore in India.

“L’India è il secondo Paese più grande del mondo e la sua economia è tra quelle con la crescita più rapida. Per noi, che rappresentiamo il più grande imprenditore al dettaglio nel mondo, è il momento ideale per entrare nel mercato indiano”, ha detto il presidente e amministratore delegato di 7-Eleven, Joe DePinto.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore