skip to Main Content

Che fa Berlusconi con Putin?

Pd

Ma che cosa aspetta ancora Berlusconi a chiamare l’amico Putin? I Graffi di Damato

 

Anche a costo di sembrarvi un Travaglio qualsiasi, anzi peggiore perché neppure lui è oggi arrivato a tanto sul suo Fatto Quotidiano, vi dirò che non sono state tanto le immagini della guerra in Ucraina a colpirmi sulle prime pagine dei giornali, fra i soliti cannoni, le solite fiamme, i soliti volti tumefatti, le solite case diroccate, i soliti alberi inceneriti, quanto quelle che ci sono state risparmiate da tutti, ma proprio tutti i quotidiani, in un sorprendente assalto di complicità con il tanto odiato Silvio Berlusconi. Al quale nessuno ha rinfacciato i notissimi rapporti di amicizia con Putin, immortalati in un’infinità di fotografie all’aperto e al chiuso, d’estate e d’inverno, d’autunno e di primavera, anche se le mezze stagioni ormai sono morte, come ci lamentiamo ogni anno ancor più dei sarti che ne hanno subiti i danni maggiori.

Ma, diavolo di un uomo, specie ora che i familiari lo hanno distratto, diciamo così, dalla tentazione delle terze nozze costringendolo a ripiegare su una festa di fidanzamento con la deputata dal cognome quasi fascinoso, come si è permesso di scherzare il solito Vittorio Feltri, che cosa ha trattenuto Berlusconi, almeno fino al momento in cui scrivo, dal chiamare l’amico direttamente al Cremlino e scongiurarlo di salvarci dalla guerra, visto che bene o male forse stiamo uscendo dalla pandemia? Eppure pensavo che l’ex presidente del Consiglio non avesse bisogno neppure della “batteria” nazionale o internazionale, come noi giornalisti la chiamiamo abitualmente, per mettersi in contatto con cotanto amico, disponendo del numero diretto o del cellulare, magari scambiatosi a tavola o giocando col cane nei lunghi corridoi del palazzo romano in cui lui abitava e teneva i suoi uffici prima di trasferirsi in villa sull’Appia Antica: l’unica dimora del Cavaliere, credo, che Putin non conosce ancora.

Ora vedrete che Berlusconi darà la colpa degli sconquassi ai quali sta dedicandosi l’amico a Mosca agli elettori italiani e ai vari complottisti del globo che, allontanandolo da Palazzo Chigi nel 2011 e non facendovelo più tornare negli anni successivi, non gli hanno permesso di tenere a bada Putin, di consigliarlo nel migliore dei modi, di prevenirne istinti e quant’altro. Anzi, di avere consentito che nel frattempo aumentassero i contatti di Putin con gli italiani sbagliati, magari anche suoi alleati di centrodestra, e non solo grillini e altri ancora, col risultato di complicare le cose e fare arrivare il nuovo o presunto zar al punto in cui si trova, togliendoci anche il gas per cucinare o scaldarci e riducendo a coriandoli i risparmi necessariamente investiti nelle borse in calo, visto che a tenere i soldi semplicemente in banca non rende ma costa.

Ah, benedetto Cavaliere, ma cosa aspetta a intervenire? Cosa aspetta a smentire il malizioso Emanuele Lauria che su Repubblica lo ha sì descritto “preoccupato per l’uso della violenza”, e desideroso di “arrestare la distruzione dell’Ucraina e difendere l’Europa dalle possibili conseguenze economiche della crisi”, ma deciso a “non esporsi in prima persona”, per cui “resterà” chissà sino a quando “l’unico leader politico a non commentare il divampare della guerra”? Almeno fino a quando qualche missile non finirà per sbaglio nel suo giardino o parco di Arcore.

Meno male, infine, che la recente corsa al Quirinale si è chiusa con la conferma di Sergio Mattarella. Pensate un po’ l’imbarazzo di un capo dello Stato come Berlusconi costretto ad astenersi dal presiedere i vari comitati di difesa e simili trovandosi in conflitto di interessi, pardon di amicizia, con Putin.

+++

ANALISI E APPROFONDIMENTI DI START MAGAZINE SU RUSSIA, UCRAINA E GUERRA:

Perché la Russia ha aggredito l’Ucraina. Parla Giulio Sapelli

Tutti gli affari dell’Italia a rischio in Ucraina

Chi picchia contro gli interessi italiani in Russia. Ecco aziende e banche nel mirino

Tutti gli obiettivi di Putin in Russia (non solo il Donbass)

Ucraina: cosa vuole davvero Putin. L’analisi di Fabbri

Chi piangerà di più in Italia per le sanzioni contro la Russia

Ucraina, ecco cosa fanno Turchia e Qatar contro la Russia

Perché lo strappo di Putin nel Donbass è una sfida a Usa, Francia e Germania

Tutti gli errori di Usa e Germania su Ucraina e Russia

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top
 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore