Advertisement skip to Main Content

Cina

Energia, trasporti, banche. Tutti gli accordi tra Francia e Cina dopo la visita di Xi

L'incontro tra Macron e Xi ha portato alla firma di accordi e contratti tra Francia e Cina: dalle batterie all'aerospazio (forse), ecco le aziende coinvolte.

La visita in Francia del presidente cinese Xi Jinping ha portato alla firma di numerosi accordi bilaterali in vari settori, dall’energia ai trasporti alla finanza. È una vittoria per Emmanuel Macron, che aveva dichiarato di volere maggiore reciprocità nei rapporti economici con la Cina e un “aggiornamento” – ha utilizzato proprio questo termine, in italiano -della relazione commerciale.

COSA VUOLE MACRON DA XI

“Chiedo un ‘aggiornamento'”, ha detto il presidente francese a Le Tribune Dimanche, “perché la Cina ha ora un eccesso di capacità in molti settori ed esporta massicciamente in Europa”.

Nonostante l’intransigenza esibita sulle questioni commerciali, sul piano politico Macron ha intenzione di preservare il coinvolgimento della Cina nelle discussioni sui grandi affari internazionali, immaginando per l’Unione europea un ruolo di soggetto equilibratore tra le maggiori potenze: ovvero tra gli Stati Uniti, da una parte, e la Cina, dall’altra.

TUTTI GLI ACCORDI TRA FRANCIA E CINA

Ecco gli accordi principali siglati tra società francesi e cinesi ai margini dell’incontro tra Macron e Xi.

BATTERIE

La società energetica francese Orano e Xiamen Tungsten New Energy, azienda cinese specializzata nella produzione di materiali per i catodi delle batterie, hanno deciso di formare una partnership strategica globale sulle batterie. La Cina è nettamente la maggiore produttrice al mondo di questi dispositivi necessari alla mobilità elettrica e allo stoccaggio energetico, dominandone di fatto l’intera filiera.

Fives, gruppo francese di apparecchiature di processo, ha firmato un memorandum d’intesa con Envision (società cinese nota principalmente per le turbine eoliche ma attiva anche nelle batterie) per l’assemblaggio di celle di batterie in Francia.

Envision ha siglato un memorandum anche con Suez, società francese che si occupa di gestione idrica e dei rifiuti: l’accordo riguarda il riciclo delle batterie per i veicoli elettrici.

RIFIUTI

Suez, inoltre, ha concluso un contratto con l’amministrazione della città cinese di Dongguan relativo all’incenerimento di rifiuti, dal valore di circa 100 milioni di euro.

ENERGIA PULITA

La società energetica francese EDF ha definito tre progetti di partnership con la società elettrica statale cinese SPIC per la produzione di idrogeno, l’installazione di pannelli solari in Arabia Saudita e la gestione dell’illuminazione pubblica a Wuhan.

EDF si è anche impegnata a proseguire ed espandere la collaborazione con il gruppo nucleare cinese CGN.

INFRASTRUTTURE

Il gruppo delle costruzioni francese Alstom ha ottenuto vari contratti per la fornitura di sistemi di trazione elettrica alle metropolitane di Pechino, Wuhan e Hefei.

FINANZA

La banca francese Crédit Agricole ha rinnovato il memorandum d’intesa con la banca statale cinese Bank of China.

AEROSPAZIO (FORSE)

Sono poi in corso trattative per un contratto tra Safran Helicopter Engines, azienda francese che realizza turbine per applicazioni aerospaziali, e General Dynamic Aero Technology.

Back To Top