.Lifestyle / Tendenze, Lifestyle, Mondo

Addio pagamenti in contanti, cosa ci riserva il futuro?

di

Pagamenti
pagamenti elettronici

Quanto è cambiato nel corso degli ultimi anni il modo in cui effettuiamo i pagamenti? Banconote e monete sono diventate, aldilà della crisi, sempre più una rarità nel nostro portafoglio, soppiantate da numerose alternative rese possibili dall’affermarsi delle nuove tecnologie. Anche se in Italia siamo restii al cambiamento di abitudini, uno sguardo alla realtà britannica può darci un’idea di quale sia la direzione intrapresa.

I dati diffusi dal Payments Council mostrano che il numero di pagamenti effettuati non in contanti in Gran Bretagna ha superato per la prima volta il numero di pagamenti in contanti.

I pagamenti in contanti registrati nel 2013 rappresentavano il 52% dei pagamenti totali; nel 2014 si è assistito invece a un’inversione di tendenza: i pagamenti effettuati in contanti da consumatori, imprese e organizzazioni finanziarie si sono ridotti al 48%. I dati sono confermati da alcune recenti analisi Halifax sulle modalità di pagamento dei loro clienti. Su 100 £ spese, £ 18,33 sono in contanti, una quota che si stringe se confrontata con i dati di un paio di anni fa, dove i contanti rappresentavano 20,15 £ di ogni 100 spesi.  Anche l’uso della carta di credito sembra essersi ormai ridotto, rappresentando solo il 30% dei pagamenti.

Cosa è successo? Quali sono i nuovi metodi di pagamento che hanno soppiantato i vecchi strumenti? Cosa c’è da aspettarsi per il futuro?

 

Pagamenti contactless

Una crescita importante hanno registrato i pagamenti contactless – dove qualcuno può avvicinare la propria carta su un lettore invece di immettere il proprio numero di Pin. Il 2014 è stato un anno da record per i pagamenti contactless, se ne registrano 10 al secondo e i dati parlano di un ammontare di £ 2320000000 spesi con la nuova tecnologia. In UK ci sono circa 58 milioni di carte contactless, registrando un incremento del 52% rispetto al 2013. Un UK il limite di corrente per una singola transazione contactless è di £ 20, ma dal 1 ° settembre, le persone che fanno pagamenti contactless potranno per acquistare beni per un valore fino a £ 30 con un semplice tocco della loro carta. Crescono anche i luoghi che accettano i pagamenti contactless: Aldi, Barnardo, Boots, Greggs, Ikea, JD Wetherspoon, London Tubes, M6 Toll, Marks and Spencer, McDonald… in Italia su questo c’è ancora da migliorarsi.

Pagamenti

Tap and Pay gloves di Barclaycard

Pagamenti Mobile

A distanza di due anni dal lancio della tecnologia, nel Regno Unito più di due milioni di numeri di cellulare sono stati abilitati per effettuare pagamenti mobile. Con i pagamenti mobile è possibile trasferire denaro tramite il smartphone semplicemente utilizzando il numero di telefono del destinatario piuttosto che dover loro numero di conto e ordinare codice bancario. Secondo i dati il valore medio di una transazione ammonta a £ 55.

Il futuro dei pagamenti? …Tap and Pay? Battiti Cardiaci?

Negli ultimi anni sono state introdotte anche tecnologie curiose come i guanti “Tap and pay” di Barclaycard. Sarebbe possibile effettuare transazioni scorrendo il guardo sul un apposito lettore. Ma anche alternative basate sulla rilevazione del battito cardiaco. Attraverso il supporto di un bracciale dotato di sensori rileva battiti, è possibile avere accesso alla propria banca senza necessità di inserire una password.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati