skip to Main Content

Cosa fanno gli Usa per la sicurezza delle tlc da Cina e Russia

Telecomunicazioni

L’articolo di Giuseppe Gagliano

 

Alla fine di aprile la Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato il Transatlantic Telecommunication Security Act, redatto sia dal senatore repubblicano Rob Portman che dalla democratica Jeanne Shaheen. Quali sono le finalità di questo documento che non si può non considerare di rilevanza fondamentale dal punto di vista strategico per il contrasto della Russia e della Cina?

In primo luogo questo testo vuole impedire che un funzionario russo – e cioè Rashid Ismailov – possa divenire segretario generale dell’Unione internazionale delle telecomunicazioni (ITU). Quali sono le ragioni di questo divieto? In primo luogo, costui è stato direttore della sede della Nokia in Russia ma soprattutto è stato vicepresidente della multinazionale cinese Huawei sia per la Russia che per l’Europa orientale. Superfluo sottolineare che – indipendentemente dall’attuale conflitto con l’Ucraina – gli Stati Uniti non possono consentire che un funzionario legato a doppio filo con due potenze emergenti che minacciano l’egemonia americana e cioè la Russia e la Cina possa svolgere un ruolo così importante a livello internazionale. Infatti gli Stati Uniti hanno un loro candidato, e cioè l’americana Doreen Bogdan-Martin.

Passiamo adesso alla seconda ragione. L’ex segretario è stato il cinese Houlin Zhao, il quale ha cercato di inserire all’interno dell’ITU l’intelligenza artificiale, cercando inoltre di far adottare un protocollo di sicurezza costruito da Huawei.

Ebbene, sottolineare il ruolo chiave che le telecomunicazioni rivestono nel settore dello spionaggio nazionale e internazionale ci sembra superfluo. Ora, la legge approvata dagli Stati Uniti ha come scopo quello di impedire che gli operatori cinesi e russi possano avere accesso alle reti di telecomunicazione non solo americane ma anche degli alleati degli Stati Uniti. Questo naturalmente non pregiudica affatto la possibilità che le reti di telecomunicazioni degli alleati siano oggetto del controllo sia dell’NSA che dal Ghqc inglese, stando alla rivelazione di Edward Snowden.

La terza ragione della approvazione di questo documento è legata proprio alla guerra con l’Ucraina: infatti in Ucraina sono presenti due importanti multinazionali cinesi, e cioè Huwaei e ZTE . Ma la presenza cinese – come abbiamo avuto modo già di dire in altri articoli – è particolarmente radicata anche nei Balcani, e nello specifico in Serbia, con la quale la Huawei ha stipulato un contratto per la realizzazione della del 5G. Questa competizione a livello globale non può e non deve destare alcuna sorpresa di alcuno sconcerto dal punto di vista né politico né strategico: è semplicemente l’eterna lotta tra le potenze per preservare la propria egemonia e contrastare quella dei propri competitori a livello internazionale.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top
 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore