Innovazione

Snapchat allarga il suo core business. Dall’editoria agli occhiali smart

di

Snapchat

Snapchat  cambia nome e allarga il suo core business. Lancia gli Spectacles, occhiali da sole con cui poter realizzare video di 30 secondi

Snap Inc, l’azienda che possiede il social network Snapchat (nato a settembre 2011, da un’idea di Evan Spiegel e Bobby Murphy e fino a qualche mese fa unica attiva core) , oltre a sondare il mondo dell’editoria, si lancia nel mercato dell’elettronica. L’azienda produrrà degli occhiali da sole smart. 

Snapchat cambia nome

In vista del lancio degli occhiali mart, l’azienda Snapchat ha cambiato nome in Snap Inc. Fino ad oggi, infatti, si chiamava semplicemente Snapchat, come il suo principale prodotto. Il cambio di nome potrebbe far pensare che la società stia pensando di allargare seriamente il suo core business: non solo punta all’editoria, con un magazine tutto suo, ora l’azienda porta sul mercato anche un dispositivo elettronico. E gli occhiali potrebbero essere solo il primo passo di una lunga serie.

Snapchat e l’editoria

Uno dei primi passi dell’azienda verso un nuovo core business è quello che l’ha spinta nel mondo dell’editoria. Non solo notizie riprese da altri qutodiani,snapchat Snapchat ha deciso di lanciarsi nel mondo dell’informazione e dell’editoria con un ruolo da protagonista: l’app del fantasmino ha fondato un suo magazine online incentrato sul mondo della tecnologia, dal nome Real Life. Il magazine di Snapchat non tratterà recensioni di prodotti né degli ultimi gadget sbarcati sul mercato, maparlerà di storie di vita quotidiana dove l
a tecnologia ha un ruolo importante, coprendo temi che spaziano dalla privacy alle relazioni umane.

Gli occhiali di Snap: gli Spectacles

Gli occhiali, chiamati Spectacles, in edizione limitata, saranno venduti a partire dal prossimo autunno al costo di 129,99 dollari (circa 115 euro). Saranno in taglia unica e in 3 colori ( nero, rosso corallo e azzurro). I dispositivi di Snap realizzeranno video di 30 secondi al massimo, in un nuovo formato circolare (le lenti delle videocamere sono a 115 gradi, per imitare la visione umana).

Per avviare la registrazione basterà schiacciare un bottoncino nell’angolo degli occhiali. La durata video impostata in modo automatico è di 10 secondi, ma c’è la possibilità di allungare di 20 secondi. Chi ci sta intorno si renderà conto che gli occhiali stanno registrando grazie ad una spia luminosa. Anche l’utente farà riferimento ad una spia luminosa interna per verificare di stare registrando o meno.

I video realizzati potranno essere trasferiti sul proprio smartphone grazie al wi-fi grazie ad una connessione Bluetooth (ma solo per iOS). Evan Spiegel, l’amministratore delegato e co-fondatore di Snap, ha già testato gli occhiali da sole smart nel 2015 e dalla prossima settimana potranno essere in commercio a New York, anche se non è ancora chiaro dove poterli acquistare.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati