Innovazione

Pagheremo con Facebook Messenger?

di

facebook messenger

Presto potremo pagare i nostri acquisti in negozio grazie a Facebook Messenger. Come cambiano i pagamenti elettronici?

Pagheremo con Facebook Messenger. La chat di proprietà di Facebook potrebbe diventare il nostro strumento per pagare i nostri acquisti. A svelarlo è The Informer, che ha scovato indizi nel codice dell’app che dimostrerebbero che la società di Mark Zuckerberg starebbe pensando di far effettuare i pagamenti tramite chat. Una sfida aperta ai sistemi di pagamento via smartphone come Apple Pay e Android Pay.

In particolare, The Informer si riferisce a una funzione di cui saranno dotati i dispositivi della Mela Morsicata che autorizzerebbe i pagamenti con carta di credito. Non solo, il sito parla anche di “conversazioni segrete” che potrebbero alludere all’uso della crittografia, già presente su Whatsapp e diversi altri sistemi di messaggistica.

Non è ancora chiaro il sistema con cui si permetterebbe tutto questo: Facebook creerà un sistema proprio o si affiderà a chi è già esperto in questo campo. C’è da dire, però, che Facebook Messenger permette già agli utenti di scambiarsi denaro tra loro.

pagamenti elettronici

Non solo Facebook Messenger. Pagamenti sempre più digitali, smart e semplici

La tecnologia spinge sempre più l’uso del portafoglio elettronico, a discapito dei contanti. Le aziende fanno a gara per semplificare il metodo di pagamento, rendendo le autorizzazioni all’acquisto immediate e veloci. Mentre Samsung, Apple e Huawei propongono ai propri clienti il pagamento via smartphone, Mastercard e Visa provano ad accantonare l’uso del Pin.

In particolare, Mastercard, celebre marchio delle carte di credito, ha pensato di rendere i pagamenti elettronici alla portata di tutti, autorizzando la transazione scattando semplicemente un selfie (o in alternativa, con le impronte digitali). Ancora più sicuri, forse, saranno i dispositivi del futuro: Mastercard ha accennato di stare lavorando ad un sistema in grado di riconoscere l’utente dal battito cardiaco.

Visa, invece, sta lavorando a nuovi metodi per autorizzare i pagamenti elettronici. Obiettivo ultimo è quello di trasformare qualsiasi oggetto connesso in un device in grado di effettuare un pagamento. Pensate per esempio, alla possibilità di pagare il carburante cliccando solo sul cruscotto della vostra auto.

Anche Google scende in campo per facilitare i pagamento elettronici. Il Big della Silicon Valley punta su un nuovo metodo di transazione: non servono carte, non servono contanti, né servirà estrarre il proprio smartphone dalla tasca. Unico pin perautorizzare il pagamento sarà il nostro volto. Non parliamo di una idea, ma di un progetto già in fase di sperimentazione: si chiama Hands Free e, al momento, questo metodo di pagamento elettronico è sfruttato in alcuni negozi della cerchia di San Francisco, principalmente ristoranti e fast food, ma presto potrebbe prendere piede anche altrove e, magari, arrivare anche in Italia.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati