Innovazione

Ecco come Leonardo decolla in Borsa (grazie alla commessa dell’Egitto)

di

egitto

La commessa di elicotteri Aw149 Leonardo per l’Egitto, il report di Banca Akros e i riflessi in Borsa. Fatti, numeri, commenti e analisi

 

La flotta di Aw149 dell’Egitto cresce con le consegne di fine 2020 e Leonardo sale a Piazza Affari.

Come riporta Milano Finanza, dopo aver perso circa il 50% nel corso dell’ultimo anno, oggi il titolo dell’ex Finmeccanica “guadagna l’1,61% a 5,94 euro per 3,43 miliardi di capitalizzazione”.

Leonardo cresce in Borsa anche grazie al report di Banca Akros secondo cui l’Egitto sta costruendo “silenziosamente” la sua flotta di elicotteri Aw149 del gruppo guidato da Alessandro Profumo. Secondo FlightGlobal, il Cairo ha ricevuto 5 velivoli dei 24 super-medium-twins relativi a un ordine del 2019 per un valore complessivo di 871 milioni di euro.

Si tratta della seconda consegna in sordina di forniture militari all’Egitto da parte delle industrie italiane. Lo scorso 23 dicembre, Fincantieri ha consegnato infatti agli ufficiali della Marina Militare dell’Egitto, la fregata multiruolo Fremm Spartaco Schergat, ora ribattezzata “Al-Galala”,con una cerimonia “in sordina e non pubblicizzata”.

Ma per gli analisti Leonardo beneficia anche di altri due committenti all’orizzonte, la Slovenia e l’Olanda. Rispettivamente per il velivolo C-27J Spartan e le munizioni Dart (Driven Munition Reduced Time of Flight).

Senza dimenticare i successi annunciati dal gruppo di piazza Monte Grappa la scorsa settimana in America Latina. Ovvero il contratto in Messico per un elicottero Aw169 e l’adozione dell’Aw139 per il trasporto del presidente della Repubblica della Colombia.

Tutti i dettagli.

CRESCE LA FLOTTA AW149 DELL’EGITTO

Come ha riportato FlightGlobal, l’Egitto sta costruendo silenziosamente la sua flotta di Leonardo AW149, avendo preso in consegna cinque dei 24 super-medium-twins.

“Le consegne più recenti sono avvenute alla fine del 2020, quando una coppia di elicotteri utility da 8,6 t è arrivata in Egitto tramite cargo dall’aeroporto di Milano Malpensa ad Alessandria Borg El Arab. Quei due velivoli — numeri di serie 49066 e 49067 — sono stati avvistati mentre effettuavano voli di prova pre-consegna in livrea dell’aeronautica egiziana dall’aerodromo di Venegono nel nord Italia a novembre”.

IL VELIVOLO AW149 DI LEONARDO

Come si legge sul sito di Leonardo, l’Aw149 è progettato per svolgere missioni quali trasporto truppe, rifornimento, trasporto carichi al gancio, evacuazione medica e recupero personale, operazioni delle forze speciali, supporto aereo/scorta armata, comando e controllo, sorveglianza e ricognizione.

Dal lancio dell’AW149 e l’ottenimento della certificazione militare nel 2014, il velivolo ha faticato però ad attirare i clienti. A parte l’Egitto, il suo unico altro committente è la Royal Thai Army, che ha cinque esemplari in servizio.

I DETTAGLI SULLA COMMESSA EGIZIANA

L’Egitto ha ordinato 24 elicotteri AW149 e otto modelli civili AW189 da Leonardo nell’ambito di un contratto da 871 milioni di euro firmato nel 2019.

Lo afferma il rapporto del ministero degli Esteri italiano al Senato sulle esportazioni di armi 2019, pubblicato nel maggio 2020. Tuttavia, Shephard Media lo scorso marzo ha notato che il contratto per gli elicotteri AW149 non era elencato nei registri finanziari di Leonardo per il 2019 e l’azienda non ha né confermato né negato l’ordine egiziano.

Come dicevamo l’ordine comprende anche otto AW189. L’Aw189 è “il fratello maggiore” della famiglia di elicotteri di nuova generazione di Leonardo che comprende anche l’AW139 e  l’AW169.

VENDITA D’ARMI AL CAIRO IN SORDINA

A inizio giugno 2020 il settimanale panarabo The Arab Weekly ha scritto che addirittura l’Italia potrebbe vendere all’Egitto ben 6 fregate Fremm (4 nuove oltre le 2 citate all’inizio) e 20 pattugliatori d’altura di Fincantieri, oltre a 24 caccia Eurofighter Typhoon e numerosi velivoli da addestramento M-346 di Leonardo, più un satellite da osservazione, per un valore complessivo di 10,7 miliardi di dollari.

La vendita di armi all’Egitto è una questione che ha suscitato nei mesi scorsi fibrillazioni nel governo. Soprattutto dal momento che la vicenda si intreccia con le indagini sul delitto di Giulio Regeni e con il caso di Patrick Zaki, lo studente egiziano iscritto all’università di Bologna detenuto da quasi un anno.

BANCA AKROS SULLA COMMESSA DI LEONARDO ALL’EGITTO

Tornando a Leonardo, per gli analisti di Banca Akros, “la notizia che l’Egitto sta ricevendo gli elicotteri AW149 è positiva, dal momento che il gruppo italiano ha avuto problemi nella consegna dei suoi prodotti finiti a causa delle restrizioni legate alla pandemia. E questo ha comportato un aumento del capitale circolante netto con impatto negativo sul free operating cash flow per 2,6 miliardi di euro a fine settembre 2020, rendendo difficile l’obiettivo di raggiungere la guidance sui flussi di cassa neutrali, ovvero a a zero”.

IL CONTRATTO CON LA SLOVENIA

Su un altro fronte, gli analisti segnalano che la Slovenia ha deciso di acquistare il velivolo da trasporto tattico C-27J Spartan di Leonardo. Ques’ultimo era in competizione con il C-295 di Airbus Military & Defense.

Alla fine il governo di Lubiana ha scelto lo Spartan spiegando che “due tipi di velivoli sono stati inclusi nella valutazione finale, ma dopo aver esaminato i requisiti tecnici militari minimi, il C-27J Spartan ha dimostrato di essere il migliore”.

E QUELLO CON I PAESI BASSI

In terzo luogo, gli analisti sottolineano che “la Marina olandese acquisterà il DART di Leonardo (Driven Munition Reduced Time of Flight) da 76 millimetri (munizioni guidate) per sostituire i suoi sistemi Goalkeeper. I documenti del parlamento olandese non descrivono ancora in dettaglio l’entità del contratto”.

Per Banca Akros “i due contratti in Slovenia e nei Paesi Bassi dimostrano il dinamismo di Leonardo”. “Akros stima che il contratto sloveno valga 20/30 milioni di euro, mentre “è difficile valutare il valore del contratto olandese, forse attorno a qualche decina di milioni” a causa della mancanza di informazioni dettagliate. Tuttavia i broker ritengono che le notizie prese insieme siano positive e non scontate dal mercato”.

I SUCCESSI RECENTI IN AMERICA LATINA

Senza dimenticare infine i recenti successi di Leonardo in America Latina. L’ex Finmeccanica ha annunciato la scorsa settimana l’ingresso dell’elicottero di nuova generazione Aw169 sul mercato Vip/corporate messicano.

Inoltre Leonardo ha comunicato che l’Aw139  (“fratello maggiore” dell’Aw169) sarà il nuovo elicottero per il trasporto del Presidente della Repubblica di Colombia. Per Banca Akros il contratto assegnato dal governo colombiano a Leonardo vale poco più di 10 milioni di euro.

Questo risultato, fa sapere la società, accresce il successo di questo modello in America Latina e nel mondo. E rafforza il ruolo di Leonardo nel mercato degli elicotteri VIP bimotore di cui l’azienda detiene già una quota del 40% a livello mondiale.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati