Innovazione

Perché Facebook non rivela gli utenti di Instagram?

di

Instagram influencer Regno Unito

A dieci anni dal lancio, il proprietario di Instagram, Facebook, non rivela ancora il numero degli utenti né quanto l’app di condivisione foto fa guadagnare il gruppo di Mark Zuckerberg

Instagram ha compiuto 10 anni e ha festeggiato con nuovi prodotti e funzioni (come la simil-TikTok Reels).

La società, di proprietà del gruppo Facebook, ha inviato anche una nota ai media con alcune statistiche celebrative, ma due numeri risultano assenti dal rapporto. Quanti utenti ha Instagram? E quanti guadagni porta alla casa madre Facebook Inc.? Come ha notato la giornalista Sarah Frier di Bloomberg.

“Quando ho chiesto, Instagram ha rifiutato di commentare”.

Come sottolinea Bloomberg, la dimensione di Instagram è una questione spigolosa in questo momento poiché il colosso tecnologico fondato da Mark Zuckerberg sta attirando un maggiore controllo del governo.

Proprio martedì infatti, la Commissione Giustizia del Congresso Usa ha rilasciato il suo rapporto conclusivo dopo 16 mesi di indagini sulle big tech. Il Congresso ha sottolineato che Amazon, Apple, Facebook, Google sono diventati di fatto dei monopolisti nei mercati di riferimento. Il documento invoca un aggiornamento delle regole antitrust e apre alla possibilità di una frammentazione dei Big Tech.

Tutti i dettagli.

PERCHÉ FACEBOOK RIGETTA IL CONTROLLO ANTITRUST SULL’ACQUISIZIONE DELL’APP DI CONDIVISIONE FOTO

Come ricorda Bloomberg, in previsione del rapporto antitrust del Congresso statunitense, Facebook si è rifiutato di fornire maggiori informazioni sull’acquisizione di Instagram.

QUANTO INSTAGRAM FA GUADAGNARE PAPÀ ZUCKERBERG

Di sicuro Zuckerberg ci aveva visto giusto. Quando nel 2012 il papà di Facebook ha sborsato 715 milioni di dollari per Instagram pare sapesse già che nel prossimo futuro gli avrebbe fruttato bene. Secondo fonti anonime citate da Bloomberg a febbraio, l’app di condivisione foto ha portato circa 20 miliardi di dollari di entrate pubblicitarie nel 2019 al gruppo di Menlo Park.

Ovvero, più di un quarto delle entrate totali di Facebook nel 2019 (circa 70 miliardi di dollari). Facebook ha rifiutato di commentare i dati.

Finora infatti, come dicevamo, la società di Mark Zuckerberg non ha mai comunicato le entrate di Instagram né aggiornato il conteggio degli utenti (oltre il miliardo) dopo il 2018.

COME CRESCE INSTAGRAM

Mentre la crescita di Facebook dopo quasi un ventennio di attività continua a rallentare, Instagram è diventato sempre più centrale nel futuro del gruppo di Zuckerberg.

E la rivelazione di 20 miliardi di entrate pubblicitarie nel 2019 ne è una dimostrazione lampante.

“Facebook ha trasformato Instagram da un’app di nicchia per la condivisione di foto senza piani di monetizzazione nella fenomenale storia di successo che è oggi”. Ha dichiarato il gruppo di Menlo Park. Sottolineando “che non lo sarebbe mai diventata senza l’investimento di tempo, risorse e know-how di Facebook”.

ZUCKERBERG VUOLE INTEGRARE TUTTE LE APP DEL GRUPPO

Ora, però, Facebook vuole cancellare ogni distinzione tra le app nella mente dei regolatori, secondo Bloomberg. “Se il governo considerasse Instagram come un prodotto separato, potrebbe pensare che fosse possibile staccarlo dal suo genitore, il che sarebbe lo scenario peggiore di Facebook”.

Proprio per questo il colosso tecnologico sta accelerando il processo di integrazione delle app (Instagram, Messenger, Facebook e WhatsApp).

Intanto a metà agosto Facebook ha deciso di unificare le chat di Messenger e Instagram e lo ha annunciato, come riferito da The Verge, direttamente agli utenti dei social, tramite un avviso ricevuto via app (sia per Android sia per iOs) di “un nuovo modo per inviare messaggi”, che permetterà agli utenti di Instagram di chattare e rimanere in contatto anche con chi utilizza Facebook. Il piano di Zuckemberg prevede anche l’integrazione delle 2 chat con quella di Whatsapp.

EVITARE “LA ROTTURA”

Nel frattempo Facebook sostiene che rompere la società sarebbe quasi impossibile, a causa di tutto il lavoro già svolto per collegare le app.

La decisione di combinare i servizi di messaggistica ha combaciato con la tempesta antitrust che ha travolto Facebook da due anni a questa parte.

Dopo aver raggiunto un accordo con la Federal Trade Commission su una sanzione da 5 miliardi di dollari per le violazioni alla privacy nel caso Cambridge Analytica, Facebook, insieme ad altri big tech, è al centro di un’indagine del Dipartimento di Giustizia Usa per potenziali violazioni dell’antitrust. Come riporta Bloomberg, alcuni critici, tra cui il co-fondatore di Facebook Chris Hughes, hanno affermato che il piano di integrazione avrà l’effetto di rendere la società più difficile da sciogliere dal punto di vista tecnico.

Il considerevole contributo di Instagram alle vendite complessive dell’azienda rappresenta di certo un fattore decisivo del dominio di Facebook.

Tuttavia, Facebook ha chiarito che vuole che i regolatori si concentrino su tutti i vantaggi che porta a Instagram. Ma come sottolinea Sarah Frier su Bloomberg “è anche importante esaminare i vantaggi che Instagram porta a Facebook. Se le autorità di regolamentazione stanno davvero cercando di capire l’impatto di una società, controllata a maggioranza da un uomo, che possiede due dei social network più potenti del mondo, dovrebbero conoscere i numeri”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati