Innovazione

I problemi indiani di WhatsApp

di

Il servizio di instant-messaging WhatsApp limiterà la funzionalità di inoltro messaggi nella sua piattaforma in India a seguito di alcuni casi di violenze nel paese

Bloccare i messaggi che uccidono. WhatsApp ha comunicato ieri che implementerà delle modifiche alla piattaforma per limitare la quantità di inoltro dei messaggi, in seguito a una serie di violenze e linciaggi avvenuti in India a causa di fake news diffuse proprio sulla popolare app di messaggistica istantanea.

FAKE NEWS PERICOLOSE

Il 1 ° luglio cinque persone sono state linciate a Dhule, in India, dopo una voce diffusa tramite WhatsApp in cui venivano accusate di essere rapitori di bambini. Da aprile almeno 18 persone sono state uccise in tutto il paese a causa di queste violenze infiammate dalle accuse scambiate in chat di gruppo, riporta la Bbc.

I gruppi di WhatsApp possono avere un massimo di 256 persone. Molti dei messaggi che si ritiene abbiano scatenato le violenze sono stati inoltrati a più gruppi con più di 100 membri ciascuno per una diffusione della notizia falsa e diffamatoria a macchia d’olio.

LE PRESSIONI DEL GOVERNO INDIANO

Già all’inizio di questo mese il Ministero dell’elettronica e dell’informatica indiano (MEITY) aveva lanciato un avvertimento alla società dell’app di messagistica (la cui parent company è Facebook di Mark Zuckeberg ndr), chiedendo di fermare immediatamente la diffusione di “messaggi irresponsabili ed esplosivi pieni di voci e provocazioni” sulla sua piattaforma.

Giovedì, il governo indiano ha inviato una seconda lettera a WhatsApp chiedendo “soluzioni più efficaci” che possano portare “responsabilità e facilitare l’applicazione della legge” sulla scia dei crescenti episodi linciaggio nel paese provocati dalle voci diffuse su WhatsApp.

I RIMEDI DI WHATSAPP

Ieri è arrivata la risposta di WhatsApp che, tramite un post sul blog della società, ha annunciato un test per limitare l’inoltro che verrà applicato a chiunque utilizzi l’app.

Se prima infatti si poteva inviare un contenuto a un numero indefinito di contatti, ora l’utente potrà selezionarne solo cinque alla volta. “In India, dove la gente inoltra più messaggi, foto e video, di qualsiasi altro paese al mondo, testeremo anche un limite inferiore di cinque chat contemporaneamente e rimuoveremo il pulsante di avanzamento rapido accanto ai messaggi multimediali” si legge nella nota.

WhatsApp ha preso a cuore la causa e ha cercato anche altri modi per affrontare il problema della disinformazione. Ha commissionato una serie di onorificenze per i ricercatori che studiano la diffusione della disinformazione sulle piattaforme online e ha acquistato una pubblicità a piena pagina su un giornale locale. L’oggetto della campagna? Allertare gli indiano sulla pericolosità delle fake news.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati