skip to Main Content

Cy4gate

Cy4gate, Elettronica e i giochetti in Borsa

Lunedì Cy4Gate, società attiva nel mercato cyber intelligence e security partecipata di Elettronica, si è trasferita da Euronext Growth Milan al segmento Euronext Star Milan di Borsa Italiana. Due giorni dopo l'azienda ha comunicato l'aggiudicazione di un contratto estero per la fornitura dei sistemi di Cyber Intelligence dal valore di 5,4 milioni di euro

Inizio di settimana con il botto per Cy4Gate (gruppo Elettronica).

La società attiva nel mercato cyber intelligence e security quotata all’Euronext Growth Milan da giugno 2020, il 26 giugno è passata da Euronext Growth Milan al segmento Euronext Star Milan, il segmento di Borsa Italiana che valorizza le PMI con caratteristiche di eccellenza e aumenta la loro visibilità verso gli investitori italiani ed esteri, come precisa Teleborsa.

E oggi 28 giugno, due giorni dopo il debutto nel listino Star, l’azienda ha comunicato l’aggiudicazione di “un importante contratto estero per la fornitura dei sistemi di Cyber Intelligence”. Il valore del contratto è infatti di 5,4 milioni di euro.

L’azienda è nata nel 2014 come joint venture tra Elettronica S.p.A e Expert System S.p.A (che a giugno 2020 è uscita dal capitale) La società sviluppa e produce tecnologie, prodotti, sistemi e servizi (utilizzati anche dalle Forze Armate) nel settore della Cybersecurity, dell’Intelligence, della Cyber Electronic Warfare e della Cyber Resilience.

Tutti i dettagli.

IL PASSAGGIO AL SEGMENTO STAR DI BORSA ITALIANA

Il 26 giugno Cy4gate ha esordito sul segmento Star, dopo tre anni dal debutto sull’Euronext Growt Milan.

“L’approdo al segmento Star è un motivo di orgoglio per noi, per una startup che diventa grande e un mercato di riferimento importante. Si tratta di un punto di svolta per Cy4Gate, che continuerà a lavorare nel campo della Cyber Security e Cyber Intelligence, in un progetto nato ormai da tanti anni e che ci sta dando molte soddisfazioni”, ha detto a Teleborsa Domitilla Benigni, presidente di Cy4Gate, a margine della cerimonia a Palazzo Mezzanotte, aggiungendo che “la società sta crescendo proprio grazie anche alle ultime acquisizioni, RCS e Diateam in Francia, quindi ci espandiamo anche in Europa”.

“Abbiamo debuttato nel listino Star con una chiara ambizione: continuare nel nostro percorso di consolidamento e internazionalizzazione dell’azienda – ha affermato Emanuele Galtieri, amministratore delegato di Cy4Gate – Senz’altro questo passaggio ci aiuterà molto in questa direzione, in quanto dà al titolo una maggiore visibilità internazionale, una maggiore liquidità e stabilità, creando brand awareness. Questo è quello che ci supporterà nel percorso verso nuovi mercati e nuove geografie”.

IL CONTRATTO MILIONARIO CON CLIENTE ESTERO

E proprio a confermare l’ambizione a una maggiore visibilità internazionale, oggi Cy4gate ha annunciato la sigla di un importante contratto estero per la fornitura dei sistemi di Cyber Intelligence. Il valore complessivo del contratto acquisito – riferisce una nota – ammonta a a 5,4 milioni di euro per la durata di 12 mesi.

Il contratto permetterà di migliorare e rafforzare le capacità tecnologiche e quindi irrobustire le performance dei prodotti venduti per rendere ancor più funzionale ed efficiente la user experience, indica la nota dell’azienda.

“Questo nuovo importante contratto per il nostro gruppo, giunto a conclusione di un articolato percorso di business development e di selezione su mercati esteri – commenta l’AD Emanuele Galtieri – rappresenta una nuova sfida vinta che corrobora e rafforza la strategia focalizzata sul design e sviluppo di tecnologie proprietarie necessarie a mantenere e incrementare competenze distintive e di eccellenza in una nicchia di mercato, la cyber intelligence appunto, che richiede l’impiego di tecnologie d’avanguardia a allo stato dell’arte”.

IN AGGIUNTA AI PRECEDENTI

Da inizio anno a oggi la società controllata da Elettronica e guidata Emanuele Galtieri si è aggiudicata tre importanti contratti con clienti istituzionali in Italia e all’estero. Il valore complessivo dei tre contratti acquisiti ammonta a circa 5,7 milioni di euro. Nello specifico il contratto nel segmento della sicurezza cibernetica dal valore di circa 700 milioni consiste nell’acquisizione di un corso altamente specialistico di cyber security per un cliente pubblico estero, che include l’utilizzo di laboratori con tecnologie cyber e, pertanto, fornisce un’esperienza di tipo “hands-on” e non solo teorica. Il secondo contratto, con un cliente istituzionale in Italia, ha valore di circa un milione di euro dell’acquisizione ordini complessiva, avrà durata triennale e persegue la finalità di dotare il cliente di tecnologie proprietarie di decision intelligence dell’azienda che lo abilitino alla raccolta di big data da fonti eterogenee.

L’ultimo contratto Cy4Gate lo aveva siglato con cliente pubblico estero, per un valore complessivo di 4 milioni di per la fornitura di tecnologie proprietarie per la forensic intelligence e data analysis.

I NUMERI DI CY4GATE DEL PRIMO TRIMESTRE

Infine, in vista del passaggio al listino principale, la scorsa settimana Cy4gate ha  comunicato i risultati del primo trimestre del 2023 nel prospetto informativo approvato dalla Consob.

La società ha registrato ricavi pari a 14,1 milioni di euro nel primo trimestre del 2023, in crescita di circa il 13% rispetto al primo trimestre 2022 (12,5 milioni di euro). Il risultato, sottolinea la società, rispecchia l’elevata stagionalità che caratterizza il mercato. I costi operativi evidenziano un significativo incremento, tanto che l’Ebitda adjusted risulta negativo per 301 mila euro, in controtendenza rispetto al dato positivo dell’esercizio precedente, pari a 1,5 milioni di euro. Questo dato sconta l’effetto combinato della stagionalità dei ricavi e della crescita progressiva dei costi legati all’approvvigionamento di risorse funzionali a supportare la crescita attesa, aggiunge la società.

L’andamento della marginalità del gruppo è atteso normalizzarsi entro il termine dell’esercizio beneficiando degli effetti della stagionalità sull’ultimo trimestre dell’anno.

In sostanza, al 31 marzo 2023 “i costi e i ricavi del gruppo risultano sostanzialmente in linea con il budget previsto”, sottolinea Cy4Gate. Inoltre, secondo l’azienda non sono state ancora sprigionate la maggior parte delle sinergie operative derivanti dalla fusione con RCS o introiti derivanti dai progetti connessi al Pnrr.

Back To Top