skip to Main Content

Come si muoverà Fincantieri in Egitto su Fremm e non solo

Fincantieri Egitto

All’Edex 2021, fiera della difesa organizzata dall’Egitto, l’italiana Fincantieri è lo sponsor principale. Tutti i dettagli e le mire “militari” del gruppo di Bono con le Fremm e non solo

 

Non solo Fremm, Fincantieri continua a guardare all’Egitto.

Il colosso della cantieristica di Trieste è il principale sponsor dell’Edex 2021, l’expo per la Difesa che si tiene al Cairo dal 29 novembre al 2 dicembre 2021 con il patrocinio del presidente Abdel Fattah Al-Sisi, del Ministero della difesa e del Comando Supremo delle forze armate egiziane.

Fincantieri, partecipata al 71,6% dal gruppo Cdp (controllata dal ministero dell’Economia), è l’unico “headline sponsor” della fiera, come annunciato dall’organizzazione egiziana a maggio 2020.

Nel frattempo, il gruppo navale guidato da Giuseppe Bono ha venduto per 1,2 miliardi di euro e consegnato al Cairo due fregate Fremm, destinate inizialmente alla Marina militare italiana. (Qui l’approfondimento di Start su quanto ha pagato l’Egitto per le Fremm di Fincantieri).

Lo scorso 23 dicembre con una cerimonia “in sordina e non pubblicizzata” Fincantieri ha consegnato agli ufficiali della Marina Militare dell’Egitto, presso i cantieri del Muggiano a La Spezia, la fregata multiruolo Fremm Spartaco Schergat, ora ribattezzata “Al-Galala”.

Il 15 aprile invece la seconda fregata Fremm classe Bergamini costruita da Fincantieri acquistata dall’Egitto è arrivata alla base navale di Alessandria, dove è entrata ufficialmente nella Marina egiziana.

Inoltre, le opportunità di expo non si esauriscono alle due Fremm per Fincantieri. Come ha ricordato Naval News, il contratto per il trasferimento delle due fregate Fremm in Egitto dovrebbe includere opzioni per due ulteriori fregate di nuova costruzione, poiché il programma riguarda quattro piattaforme.

Ma la vicenda della vendita delle Fremm all’Egitto si intreccia con le indagini sul delitto di Giulio Regeni e con il caso di Patrick Zaki, lo studente egiziano iscritto all’università di Bologna detenuto dal 7 febbraio 2020 al Cairo.

Tutti i dettagli.

FINCANTIERI, PRINCIPALE SPONSOR DELL’EXPO DELLA DIFESA IN EGITTO

Fincantieri figura come Headline sponsor della seconda edizione di Edex 2021, Egyptian Defense EXpo.

“Una sponsorizzazione già annunciata nel 2020 prima che l’expo venisse rimandato causa Covid e che «si concretizza nella partecipazione e nel dare visibilità all’evento. Sicuramente c’è stato un esborso economico», dicono dall’azienda: «Sono cose che si fanno normalmente nelle fiere militari. L’Egitto non è un paese in black list, è tutto alla luce del sole», concludono senza rispondere sulla cifra versata al generale al Sisi per apparire in primo piano” riporta Domani, il quotidiano diretto da Stefano Feltri.

CHI HA DATO L’AUTORIZZAZIONE A PARTECIPARE?

“In seguito all’omicidio di Giulio Regeni la Difesa, in completa sintonia e raccordo con le altre amministrazioni dello Stato, in primis con il Ministero per gli affari esteri e la cooperazione internazionale, ha prontamente diradato il complesso delle relazioni bilaterali con l’omologo comparto egiziano”, dichiarava il ministro della Difesa Lorenzo Guerini (Pd) davanti alla commissione parlamentare d’inchiesta sulla morte del ricercatore friulano il 28 luglio 2020.

Pertanto Giorgio Beretta, dell’Osservatorio permanente sulle armi leggere e le politiche di sicurezza (Opal Brescia) e di Rete italiana per il disarmo si chiedeva:  “Allora chi ha dato l’ok a Fincantieri per sponsorizzare Edex 2020, l’expo delle armi del Cairo?”.

Il capitale sociale di Fincantieri è detenuto per il 71,32% da Cdp Industria. Cdp Industria è controllato al 100% da Cassa Depositi e Prestiti, controllata dal Mef per l’82,77%.

LA VENDITA DELLE FREMM ALL’EGITTO

Nel frattempo, in primavera Fincantieri ha consegnato Emilio Bianchi, ribattezzata Bernees (FFG 1003) la seconda e ultima fregata Fremm trasferita dall’Italia all’Egitto. È la seconda fregata Fremm ad unirsi alle forze navali egiziane dopo l’Al Galala (FFG 1002) che si è unita alla flotta egiziana nel dicembre 2020.

Entrambe le navi sono considerate “una notevole aggiunta tecnologica alla Marina egiziana e salvaguarderanno i confini, le rotte marittime e le vaste risorse naturali sia nel Mediterraneo che nel Mar Rosso, oltre a supportare le forze di terra nelle loro operazioni offensive o difensive” si legge in una nota del ministero della Difesa egiziano, ripresa da Naval News.

Sempre Naval News rammenta che “l’equipaggio è stato preparato e qualificato attraverso un programma di addestramento simultaneo implementato in due fasi in Egitto e in Italia”.

IL VALORE DELLA COMMESSA

Ma gli interessi di Fincantieri in Egitto non si esauriscono con la consegna delle due Fremm.

Come ha ricordato Naval News, il contratto per il trasferimento delle due fregate Fremm in Egitto — senza ulteriori informazioni sull’inclusione del pacchetto di addestramento e supporto — dovrebbe includere opzioni per due ulteriori fregate di nuova costruzione. Il programma egiziano riguardava infatti quattro piattaforme, secondo fonti industriali.

MBDA E DASSAULT TRA GLI ALTRI SPONSOR

Tornando all’Edex 2021, se Fincantieri è lo sponsor principale dell’iniziativa, è comunque in buona compagnia.

Figura come Platinum sponsor Mbda (già sponsor dell’edizione del 2018), il gruppo europeo della missilistica partecipato da Airbus (37,5%), Bae Systems (37,5%) e Leonardo (25%). “Neanche questa hanno voluto dire quanto ha pagato per essere “platinum sponsor” dell’expo. «Le sponsorizzazioni sono decise a livello di Mbda Gruppo, che include anche altre aziende nazionali di altri paesi, nello specifico da Mbda Italia non c’è stata nessuna sponsorizzazione»” segnala Domani.

Anche la francese Dassault Aviation è Platinum sponsor. D’altronde lo scorso maggio il ministero della Difesa egiziano ha confermato che l’Egitto acquisterà dalla Francia 30 caccia Rafale aggiuntivi di Dassault Aviation. L’ordine, spiega Il Cairo, segue l’acquisto nel 2015 di altri 24 Rafale e sarà finanziato da un prestito a 10 anni.

INSIEME A NAVAL GROUP, BOEING, LOCKHEED MARTIN E HENS

Inoltre, come Gold sponsor dell’Edex 2021 troviamo la francese Naval Group e la statunitense Lockheed Martin. Con sponsorizzazioni minori figurano anche: l’americana Boeing, la tedesca Hensoldt

E LEONARDO

Infine, anche un altro colosso della difesa italiano sarà presente alla fiera al Cairo. Si tratta del gruppo ex Finmeccanica Leonardo.

Come ha ricordato Antonio Mazzeo su Africaexpress, “nell’ultimo quinquennio Leonardo ha esportato al Ministero della difesa egiziano 32 elicotteri AgustaWestland, 24 di tipo AW149 multiruolo e 8 AW189, per un valore complessivo di 871,7 milioni di euro”.

E ora il gruppo capeggiato da Alessandro Profumo guarda a nuove possibili commesse.

Secondo fonti giornalistiche il pacchetto navale delle Fremm di Fincantieri fa parte infatti di un più ampio accordo tra Egitto e industrie italiane che include 24 caccia Eurofighter Typhoon e 24 caccia da addestramento M-346 di Leonardo.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore