.Economia, .Economia / Start up, Economia

Cresce la mobile economy italiana sospinta dall’ eCommerce

di

ecommerce

Quanto vale la mobile economy italiana? Secondo una ricerca condotta dal Politecnico di Milano raggiunge quasi il 2% del Pil nazionale. Un mercato in costante ascesa che secondo le previsioni continuerà a crescere a un tasso medio del 14%.

Quello legato all’utilizzo dei dispositivi mobili è un mercato che vale solo in Italia 25,7 miliardi di euro, ossia il 1,65% del Pil, di cui una grossa fetta è trainata dall’eCommerce mobile. Sono questi i numeri della mobile economy italiana raccolti in una ricerca del Politecnico di Milano e presentati in occasione del Convegno ‘Mobile Economy: la via per la digitalizzazione del Paese’.

E’ un mercato che crescerà sempre di più in futuro: secondo le previsioni del Polimi la ‘mobile economy’ manterrà, fino al 2017, un tasso medio di crescita annuo pari al 14%. Particolari sorprese potrebbero esserci nei prossimi 3 anni, quando si potrà assistere al definitivo sdoganamento del ‘mobile payment’ . Secondo la responsabile della ricerca, Marta Valsecchi: «Grandi aspettative sono, inoltre, rivolte al mercato dell’Internet of Things, che stimiamo aumenterà di oltre il 70% nei prossimi tre anni e ci attendiamo una forte crescita (+114% in 3 anni) anche degli investimenti nello sviluppo di app e soluzioni ‘mobile’ a supporto dei processi aziendali». Secondo lo studio dell’università Milanese nel nostro paese, solo entro la fine di quest’anno sono previsti 40 milioni di smartphone e 10 milioni di tablet.

mobile economy

La metà della mobile economy è ancora legata ai servizi tradizionali ma…

Il mercato del mobile è ancora legato ai ricavi derivanti dai servizi tradizionali come telefonate e messaggistica. I numeri sono tuttavia in contrazione: nel 2014 si è assistito a un calo del -16%, per via di offerte sempre più aggressive verso i clienti. Secondo la ricerca incrementa invece la spesa per la connettività dati che cresce del 14%, occupando ben 16% del mercato. Mentre la quota legata alla vendita di smartphone e tablet rappresenta un quinto del mercato, settore che cresce secondo i dati del 3%.

…la sopresa del ‘mobile commerce’

Secondo il Polimi il ‘mobile commerce’ cresce del +55%, arrivando a pesare il 10% dei consumi della ‘mobile economy’. Una fetta sempre più grande che raggiunge il 18% del totale eCommerce italiano. L’acquisto di contenuti come giochi, video, news, musica si avvicina invece al miliardo di euro crescendo del 18%: gli acquisti dai negozi di app pesano per il 40% di questo segmento.

La disfatta degli operatori mobili

“Alla base di tutte queste innovazioni c’è la rete di telecomunicazione mobili, asset portante di tutta la ‘mobile economy’ – afferma Andrea Rangone, Coordinatore Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano -. È paradossale, però, che proprio il comparto degli operatori mobili stia da anni perdendo fatturato e margini. Anche nel 2014 questo trend negativo continua: gli operatori di telefonia mobile registrano complessivamente una diminuzione di fatturato del 10%”.

“Dal 2009 ad oggi – conclude Rangone – sono stati persi oltre 7 miliardi di euro (ossia più del 30% del valore iniziale), di cui circa 4,5 miliardi solo negli ultimi 2 anni. Questo scenario è particolarmente critico perché gli operatori devono essere in grado di investire continuamente nello sviluppo delle reti per garantire velocità di banda sempre maggiori. È evidente, quindi, che un ruolo importante nello scacchiere della ‘mobile economy’ dei prossimi anni sarà giocato anche dall’Authority”

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati