Circular economy

Come Conou olia il Green deal

di

biocarburanti conou

Cosa ha fatto e cosa fa Conou (Consorzio per gli oli usati) per sostenere il Green deal dell’Italia

 

Un futuro più sostenibile per il post Covid è possibile. A crederci (e ad impegnarsi per questo) è anche Conou, il Consorzio Nazionale per la Gestione, Raccolta e Trattamento degli Oli Minerali Usati, che ha partecipato alla manifestazione “Green Deal per l’Italia” promossa dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile in diretta oggi sul canale online Rai Play.

CONOU: FILIERA CONSORTILE D’AVANGUARDIA

La manifestazione, in cui si è parlato delle più innovative conoscenze tecnologiche, gestionali e umane al servizio di un modello di sviluppo avanzato e ambientalmente responsabile, è stata occasione per presentare, tra i case history, Conou.

COSA FA IL CONOU

Conou dal 1984 ad oggi ha raccolto 6 milioni di tonnellate di olio usato, avviandone a rigenerazione 5,3 milioni e consentendo così la produzione di 3 milioni di tonnellate di olio rigenerato e un risparmio sulle importazioni di petrolio di circa 3 miliardi di euro.

ATTENZIONE ALL’AMBIENTE ANCHE IN EMERGENZA COVID

Anche nel periodo di emergenza Covid-19, il Consorzio ha concentrato la sua attenzione nella preservazione ambientale e si è posta a modello di esempio per rendere l’economia circolare nazionale una realtà sempre più affermata, sottolinea una nota per la stampa.

LE PAROLE DI PAOLO TOMASI

“Il Conou, forte della sua esperienza ultra trentennale in tema di economia circolare, vuole mettere a disposizione del Paese l’impegno di tutta la sua Filiera ribadendo in questa stagione che dovrà mettere al centro lo sviluppo sostenibile, gli sforzi sostenuti già nella fase più dura dell’emergenza sanitaria. Un periodo durante il quale abbiamo proseguito l’attività di raccolta, registrando nei primi cinque mesi dell’anno una riduzione soltanto del 20% rispetto al dato del 2019. Siamo consapevoli che un recupero sano ed autentico dell’economia italiana possa giungere solo attraverso un piano condiviso che sappia valorizzare i temi di innovazione e tecnologia ai fini della più completa tutela ambientale”, ha dichiarato Paolo Tomasi, Presidente del CONOU, intervenuto nell’ambito della sessione di dibattito dedicato alla gestione circolare dei rifiuti moderata dal giornalista RAI Marco Frittella (sessione in cui si sono confrontati i principali rappresentanti dei Consorzi italiani).

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati