skip to Main Content

Verizon – Yahoo: l’accordo c’è. E la Telco punta tutto su pubblicità

Yahoo

Verizon acquista Yahoo e si posiziona al terzo posto nel mercato pubblicitario, dietro Google e Facebook

Verizon, il gigante americano delle Tlc, ha finalmente raggiunto il suo scopo: l’accordo conYahoo è cosa fatta. Stando a fonti dell’agenzia Bloomberg, la Telco ha acquisito il big della Silicon Valley per una cifra che dovrebbe attestarsi sui 4,8 miliardi di dollari. Si attende solo l’annuncio ufficiale, ma non ci dovrebbero essere sorprese. Si parlava di un possibile accordo già da qualche giorno, si doveva solo decidere il prezzo.

Cosa ha acquisito Verizon

La società di telecomunicazioni si è aggiudicata le le attività ‘core’ di internet di Yahoo!, e l’accordo dovrebbe anche comprendere gli asset immobiliari del gruppo di Sunnyvale. Restano fuori dall’accordo gli asset legati ai brevetti, che Yahoo intende vendere separatamente.

La società guidata da Marissa Mayer, ingaggiata nel 2012 per porre fine alla lunga crisi che ha colpito l’azienda, ha scelto l’offerta di Verizon su At&T, Vector Capital Management, il fondo di private equity Tpg Capital e la cordata guidata Dan Gilbert, il numero uno di Quicken Loans, appoggiata da Warren Buffett. C’è da dire, che fin da subito, Verizon è stata in pole position: il colosso, con capitalizzazione di mercato di 210 miliardi di dollari e circa 5 miliardi di dollari di liquidità, aveva la forza finanziaria per far fronte all’operazione.

Verizon

Verizon: un big ancora ‘troppo’ piccolo

Grazie all’acquisizione di Yahoo, Verizon raddoppia le sue dimensioni nel mercato della pubblicità digitale, ma rimane ancora lontana dai colossi Google e Facebook Inc. “L’idea che l’acquisto di Yahoo metta, in qualche modo, Verizon in una posizione per competere contro Google e Facebook è ridicolo”, ha detto Jonathan Chaplin, analista di New Street Research LLC.

Per insegure (ora è al terzo posto) Big G. e il Social Network, la società di telecomunicazioni ha speso quasi 10 miliardi di dollari. Oltre all’acquisizione di Yahho, lo scorso anno, la Telco ha acquisito, per 4.4 miliardi di dollari, Aol, interessata alla tecnologia pubblicitaria sviluppata dalla società, che permette la compravendita automatica di pubblicità online e la vendita di annunci.

Proprio Aol ha dato, dunque, a Verizon uno strumento per entrare nel mercato degli annunci, mentre Yahoo darà alla Telco i numeri necessari per ampliare il suo business. Finanziariamente l’acquisizione è a basso rischio, ma se tutto va come Verizon vorrebbe, allora la Telco potrebbe realmente iniziare a far paura a colossi del settore.

“Wall Street è bravo a contare, ma non va bene a immaginare. Non si ottengono risultati subito. Verizon si sta posizionando per cogliere le opportunità “, ha detto Rosabeth Kanter, professore alla Harvard Business School. “Google e Facebook sono gli standard d’oro oggi”, ma ha continuato Kanter, “Nessuno rimane in cima per sempre.”

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore