.Economia, .Economia / Start up, Economia

Verizon sempre più grande. Acquista Aol per 4.4 mld

di

Verizon

Verizon acquista Aol per 4,4 miliardi di dollari, nasce un nuovo gigante del mobile. Al centro dell’interesse di Verizon c’è la volonta di potenziare il suo servizio video sui dispositivi mobile grazie alle competenze presenti in Aol. Scongiurata l’unione tra Aol e Yahoo!

Dopo mesi di indiscrezioni Verizon acquista Aol per 4,4 miliardi di dollari, voci di una possibile fusione circolavano già da gennaio. L’operazione esorcizza definitivamente tute le voci che volevano Yahoo! Pronta a mettere le mani su Aol e conferma Verizon come numero due, dopo At&T del mercato delle telco statunitense.

Perché Verizon ha acquistato Aol?

Al centro dell’interesse di Verizon vi è la tecnologia pubblicitaria sviluppata da AOL che permette la compravendita automatica di pubblicità online e la vendita di annunci. Verizon con AOL vuole potenziare il suo servizio di video per i dispositivi mobili che sarà lanciato in estate, e conterrà contenuti a pagamento e non, senza replicare il modello della televisione. La fetta di mercata sulla quale vorrebbe puntare il Number Two delle telco USA sono soprattutto i giovani, i maggiori fruitori di contenuti video su smartphone. Il ritmo crescente con la quale avanza la domanda di servizi e quantità di dati visualizzati in streaming rende necessario per i colossi delle telecomunicazioni di espandersi nel mercato video facendo della pubblica online uno dei target preferiti. Quello della pubblicità online è infatti un segmento di mercato che nel 2014 è stato protagonista di una rialzo dell’83%, complice la definitiva affermazione di tablet e smartphone. L’ascesa del settore del mobile ha inciso profondamente sui bilanci di Verizon, ora il colosso Usa ha necessità di colmare quel gap. Per accorgersi del peso della rivoluzione mobile basta osservare qualche dato: nel 2007, al momento del lancio dell’iPhone, Apple e Verizon avevano la stessa capitalizzazione di mercato, 115 miliardi di dollari. Ora Cupertino da sola vale ora 735 miliardi di dollari, il doppio quanto valgono Verizon e At&t messe insieme.

L’acquisizione di Verizon mette fine alla travagliata storia di Aol. Prima gigante, simbolo di internet degli anni ’90, capace di creare nei primi anni 2000 un colosso da 350 miliardi di dollari acquistando Time Warner, per poi arrivare a svalutazione di 99 miliardi di dollari. L’acquisizione con Time Warner per 165 miliardi è uno dei peggiori fiaschi della storia del business americano, tanto da far scuola.

Verizon

Logo storico di AOL

 

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati