skip to Main Content

Tutti gli intrecci francesi di Msc

Msc

Cosa fa la Mediterranean Shipping Company (Msc) di Gianluigi Aponte tra Francia e Africa che punta a un ramo del gruppo Bolloré. L’articolo di Giuseppe Gagliano

 

Dal 20 dicembre, alle 18:00, la Mediterranean Shipping Company (MSC), creata da Gianluigi Aponte, ha proposto 5,7 miliardi di euro per rilevare le attività di trasporto e logistica svolte dal gruppo Bolloré in Africa.

Nato a Sorrento nel 1940, Aponte frequenta l’Istituto Nazionale di Tecniche Nautiche, diviene marinaio per l’azienda creata dall’imprenditore napoletano Achille Lauro, dove diventa capitano di traghetti sulla rotta Napoli-Capri. Qui incontrò Rafaela Diamant Pinas, figlia di un banchiere svizzero, che divenne sua moglie pochi anni dopo.

Dopo aver collaborato a Ginevra con Investor Overseas Service (IOS) del britannico Bernie Cornfeld (accusato di frode nel 1973), Gianluigi Aponte una volta acquistata la sua prima nave nel 1969 e grazie all’aiuto di sua suocera, Régine Hakim, crea Aponte Shipping Company (ASC) lo stesso anno. Nel 1971 acquistò una seconda nave, la Rafaela, e cambiò il nome della sua azienda, che divenne MSC. Fino al 1978 rimane a Bruxelles. Qualche anno dopo venderà la sua flotta e acquista le sue prime navi porta container che getteranno le basi della sua nuova azienda, una vera e propria multinazionale familiare.

Infatti il figlio, Diego, è stato nominato presidente e amministratore delegato del gruppo nel 2014, mentre la figlia, Alexa, diventa il suo direttore finanziario il cui marito, Pierfrancesco Vago, diviene presidente esecutivo di MSC Crociere.

La fortuna della famiglia Aponte è stata stimata in 10,7 miliardi di dollari nel 2020 da Bloomberg.

MSC è al primo posto a livello mondiale in termini di capacità di trasporto (4,23 milioni equivalenti di venti piedi, TEU, rispetto ai 4,22 milioni). Le navi MSC trasportano 21,5 milioni di container ogni anno.

Ma l’aspetto interessante, legato alla vicenda Bolloré, è il fatto che il gruppo gestisce una quarantina di terminal portuali in tutto il mondo di cui – guarda caso – due in Africa occidentale.

MSC ha raggiunto un fatturato annuo di 38 miliardi di dollari nel 2020 e impiega 70.000 persone in tutto il mondo. Ma quali sono i legami tra il gruppo e la Francia?

Diciassette delle sue venti navi sono state costruite ai Chantiers de l’Atlantique, sito a Saint-Nazaire dal 2001, contribuendo all’economia francese con 5,3 miliardi di euro.

Proprio a Gianluigi Aponte verrà data la Legion d’Onore dal presidente Nicolas Sarkory nell’aprile 2010. Come tutte le multinazionali, la sede principale si trova a Ginevra mentre gran parte due filiali sono collocate in paradisi fiscali come Lussemburgo e Cipro.

Ma esiste un legame per così dire intimo tra la multinazionale italo-Svizzera e la Francia: Alexis Kohler, segretario generale dell’Eliseo, è figlio del cugino di primo grado di Rafaela Aponte. Inoltre Kohler era dal 2010 il rappresentante dello Stato nel consiglio di amministrazione dei cantieri navali Saint-Nazaire, di cui MSC era il principale cliente. Infine una nota di costume: Sophia Loren è considerata la madrina ufficiale della flotta MSC.

D’altronde è un’amica intima della famiglia Aponte.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore