Mobilità

La Google Car suona anche il clacson

di

Auto senza pilota

La Google Car suona il clacson: due colpetti per segnalare la propria presenza ad un veicolo che si avvicina lentamente in retromarcia, un suono più lungo per un’auto che va contromano

La Google car suona il clacson. Sì, ora l’intelligenza artificiale è in grado di capire anche quando deve emettere un avviso sonoro segnalando la propria presenza a chi le sta intorno. Gli ingegneri che lavorano all’auto senza conducente di Big G hanno insegnato quindi al veicolo il modo di richiamare all’attenzione un automobilista distratto.

Così, almeno, si legge nell’ultimo report sulla Google car, dove gli esperti spiegano che il loro lavoro sull’auto senza conducente mira alla realizzazione di vetture “gentili, attente e a suonare solo quando ciò rende la guida più sicura per tutti. Il nostro obiettivo è insegnare alle nostre auto a suonare il clacson come un automobilista paziente ed esperto”. Insomma, le Google car forti di un’intelligenza che non patisce cali d’attenzione, sono in grado di individuare situazioni di pericolo e segnalarle in vario modo. Se un altro veicolo si avvicina lentamente in retromarcia, ad esempio, due colpetti di clacson vanno bene per segnalare la propria presenza. Se un’auto sta arrivando contromano, invece, sarà meglio emettere un suono più lungo.

Google car: accordo tra Big G e Fiat

Secondo quanto pattuito, Fca fornirà a Google un centinaio di minivan della Chrysler (si tratta della vettura presentata al salone di Detroit con il nome di Pacifica) adattati per essere trasformati in una vettura a guida senza conducente. In pratica, se la fase sperimentale di Google, avviata 7 anni e che durerà ancora un anno, si concluderà in modo positivo, la vettura che sarà commercializzata come auto senza conducente sarà una Chrysler. “Lavorare con Google offre a Fca la possibilità di collaborare con una delle maggiori società tecnologiche al mondo per accelerare l’innovazione nell’industria automobilistica. L’esperienza che tutte e due le aziende acquisteranno sarà fondamentale per offrire soluzioni tecnologiche” per il settore, ha commentato Sergio Marchionne. “L’obiettivo finale – si precisa nel comunicato diramato in serata – è aiutare la gente ad andare da un posto A ad un posto B spingendo un pulsante”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati