skip to Main Content

Cnh, ecco come Iveco si ribalta in Borsa

Iveco

Primo giorno alla Borsa di Milano per Iveco, società scorporata da Cnh ma ancora sotto il controllo del gruppo Exor. Ecco fatti, numeri e previsioni

 

Oggi è stato il primo giorno di quotazione alla Borsa di Milano per Iveco, il produttore di veicoli industriali e autobus che di recente è stato scorporato da Cnh Industrial, ex-società madre controllata a sua volta dal gruppo Exor della famiglia Agnelli.

LA SEPARAZIONE IVECO-CNH

Il 31 dicembre scorso Cnh e Iveco hanno firmato l’atto di scissione: era stata annunciata nel 2019 ed è entrata in vigore il 1 gennaio.

Secondo la nuova organizzazione, Cnh mantiene il segmento delle macchine per l’agricoltura e per le costruzioni. Iveco, invece, raccoglierà le divisioni sui veicoli commerciali e militari, sugli autobus, sui componenti motopropulsori e gli asset finanziari correlati (ad esempio la partecipazione nella startup americana Nikola).

Il gruppo Exor resta l’azionista di maggioranza tanto di CNH quanto di Iveco.

COM’È ANDATO IL PRIMO GIORNO IN BORSA

Ora che si sono separate, sia Cnh che Iveco risultano quotate alla Borsa di Milano e sul mercato Euronext Milan.

Iveco non è riuscita a fare prezzo in apertura. Ha avviato le contrattazioni a 11,26 euro, ma si è fermata più volte in asta di volatilità. Il titolo è tornato a scambiarsi a 10,3 euro ad azione, perdendo circa il 10%,

Borsa Italiana, la società che gestisce il mercato finanziario italiano, ha fatto sapere che i prezzi di riferimento rettificati di CNH e di Iveco sono di 14,84 euro e di 11,12 euro, rispettivamente.

LE STIME DI AKROS E INTESA SANPAOLO

La posizione di Banca Akros su CNH, citata da Milano Finanza, è positiva: il rating buy è stato mantenuto ma il target price rivista a 16,6 euro, contro il precedente di 20,5 euro. Gli analisti dell’istituto pensano che il valore del titolo di Iveco potrebbe subire delle pressioni al ribasso perché probabilmente gli azionisti venderanno le azioni della società per conservare quelle di CNH.

Anche Intesa Sanpaolo non esclude volatilità su Iveco nei prossimi giorni per via del favore che il mercato potrebbe riservare a Cnh nel breve termine. Il rating della banca è comunque buy e il target price è di 18,2 euro.

GLI OBIETTIVI DI IVECO AL 2026

L’amministratore delegato della società scorporata da Cnh, Gerrit Marx, ha presentato gli obiettivi finanziari della società entro il 2026: ricavi di 16,5-17,5 miliardi di euro (nel 2019 il valore aggregato ammontava a 11,8 miliardi); marginalità al 5-6 per cento (contro il 3,6 del 2019); utile netto di 800 milioni (contro i 300 milioni del 2019).

CNH Industrial presenterà il suo nuovo piano il prossimo 22 febbraio.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore