skip to Main Content

Fincantieri, perché la Sicilia festeggia col Qatar

Fincantieri Palermo

Fincantieri costruirà al cantiere navale di Palermo una nave militare commissionata dal ministero della Difesa del Qatar. Tutti i dettagli e le reazioni dei sindacati

Al cantiere di Palermo Fincantieri costruirà una nave militare per la Marina militare del Qatar.

L’annuncio ai sindacati dei metalmeccanici è stato dato oggi dal gruppo navale di Trieste. Si tratta della realizzazione di una nave anfibia di tipologia Landing Platform Dock (LpD), per la marina del Qatar, lunga 150 metri e di 3700 tonnellate di acciaio.

L’unità fa parte del programma di acquisizione navale nazionale, commissionato nel 2016 a Fincantieri dal Ministero della Difesa del Qatar, che prevede la fornitura di sette navi da superficie.

La nave sarà realizzata in venti mesi. Il taglio della prima lamiera è previsto a metà novembre. Il varo per la fine del 2022 precisa la nota di Fiom-Cgil Palermo.

Da tempo i sindacati chiedevano la costruzione di una nave, sottolinea l’Ansa.

Tutti i dettagli.

A PALERMO FINCANTIERI COSTRUIRÀ UNITÀ NAVALE PER IL QATAR

Grande il coinvolgimento della forza lavoro di tutto il cantiere navale di Palermo e dell’indotto, per la costruzione, la fornitura di impianti, arredi e motori.

La nave anfibia per il Qatar non è l’unica novità presentata ai sindacati. Fincantieri ha infatti previsto anche la costruzione di tronconi di navi da crociera, per un totale di 1.400.000 le ore di lavoro di costruzione.

IL COMMENTO DEI SINDACATI

“È un grande riconoscimento per il Cantiere navale di Palermo, uno dei più antichi cantieri italiani — dichiarano Angela Biondi e Francesco Foti della Fiom di Palermo congiuntamente alle Rsu Fiom dello stabilimento Serafino Biondo e Davide Vitale — È anche un grande risultato perché da anni rivendichiamo la costruzione di un’intera nave a Palermo, che completa la mission produttiva del cantiere.”

“È il segnale che aspettavamo da anni ed è arrivato anche grazie allo sforzo fatto da tutti i lavoratori che hanno dimostrato responsabilità e competenza. Un segnale chiaro da parte di Fincantieri che sta riponendo fiducia nel sito palermitano e che arriva in un contesto di forte difficoltà del settore crocieristico legato alla pandemia”, commentano il segretario generale Fim Cisl Palermo Trapani Antonio Nobile e Antonino Clemente Rsu Fim Cisl Palermo Trapani.

“Il cantiere palermitano è pronto per la costruzioni di navi da tempo, e a questo punto però, è necessario che si finalizzi il progetto del bacino da 150 mila tonnellate nei tempi per dotare l’area di una infrastruttura ancora più adeguata a commesse di questa entità ed oltre” ha sottolineato il segretario generale Cisl Palermo Trapani Leonardo La Piana.

Per il segretario Uilm Palermo Enzo Commella “Finalmente dopo più di dieci anni torniamo a costruire una nave militare di medie dimensioni”.

IL PROGRAMMA DI ACQUISIZIONE NAVALE QATARIOTA

Il programma di acquisizione navale nazionale, commissionato nel 2016 a Fincantieri dal Ministero della Difesa del Qatar, prevede la fornitura di sette navi di superficie, attualmente in corso di costruzione nei cantieri italiani del gruppo di Trieste.

Il contratto include la costruzione di quattro corvette della lunghezza di oltre 100 metri, una nave anfibia LpD (che sarà costruita a Palermo appunto) e due pattugliatori (Opv – Offshore Patrol Vessel) e dei servizi di supporto in Qatar per ulteriori 10 anni dopo la consegna delle unità.

Tutte le unità vengono interamente costruite nei cantieri italiani del Gruppo, assicurando fino al 2024 la continuità di lavoro.

IL VALORE DEL CONTRATTO

La commessa per il gruppo guidato da Giuseppe Bono è del valore di quasi 4 miliardi.

VARATA LA TERZA CORVETTA

Avanza così Fincantieri nell’ambito del contratto sottoscritto con il ministero della Difesa del Qatar nel 2016.

Si è svolto il 30 settembre, nello stabilimento di Muggiano (La Spezia), il varo tecnico di “Al Khor”, terza unità della classe di corvette “Al Zubarah”, commissionate a Fincantieri dal Ministero della Difesa del Qatar nell’ambito del programma di acquisizione navale nazionale. La consegna è prevista nel 2022.

LE INTESE DI FINCANTIERI CON IL QATAR

Inoltre, a rafforzare ulteriormente la collaborazione tra il gruppo cantieristico di Trieste e Doha è arrivata un’intesa l’anno scorso.

A gennaio 2020 Fincantieri ha siglato con il Ministero della Difesa del Qatar, attraverso Barzan Holdings (posseduta al 100% dal Ministero), che si occupa del potenziamento delle capacità militari delle forze armate dello Stato, un Memorandum of Understanding per rafforzare “la partnership strategica attraverso la valutazione e gli studi di nuove tecnologie e capacità, che potrebbe portare alla futura acquisizione di nuove unità già nel 2020”, spiega una nota del gruppo.

L’accordo prevede che Fincantieri e Ministero della Difesa si impegnano nella progettazione, costruzione e gestione della base navale, gestione dell’intera flotta navale, implementazione di nuove tecnologie come il Digital Radar e la Cyber Security e di fornitura di nuove unità navali e sottomarini all’avanguardia.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore