skip to Main Content

Fincantieri Sottomarini

Ecco come Fincantieri sprinta con i sottomarini

Dopo il taglio della lamiera del secondo sottomarino NFS della Marina e l'approvazione parlamentare per la costruzione del terzo, Fincantieri ha siglato un contratto di assistenza per i sottomarini tedeschi. Tutti i dettagli

Vento in poppa per Fincantieri nel settore dei sottomarini.

Il gruppo capeggiato da Pierroberto Folgiero ha firmato con la Direzione degli Armamenti navali del Segretariato generale della Difesa e Direzione nazionale degli Armamenti un contratto per l’assistenza a richiesta dei battelli della Marina militare tedesca, nell’ambito del programma di cooperazione governativa e industriale tra Italia e Germania relativo alla classe di sottomarini U-212A. Lo ha reso noto un comunicato del gruppo di Trieste.

Proprio pochi giorni fa Fincantieri aveva annunciato la costruzione del terzo sottomarino di nuova generazione relativo al programma U-212NFS (Near Future Submarine) della Marina militare, evoluzione del programma U-212A, assegnato a Fincantieri, che ha ricevuto l’approvazione parlamentare e proseguirà ora il consueto iter amministrativo.

Nel frattempo, il 6 giugno ha preso avvio presso lo stabilimento di Muggiano (La Spezia) l’attività produttiva per il secondo dei due sottomarini di nuova generazione relativi al programma  U-  212NFS.

D’altronde proprio l’ad Folgiero aveva spiegato che il gruppo rappresenta “un’eccellenza anche nel dominio subacqueo con 4 sottomarini consegnati dal 2006 e due in costruzione” in audizione presso la Commissione Difesa della Camera lo scorso 30 maggio sulle tematiche relative alla produzione di beni e servizi di interesse per la dotazione di mezzi del settore della difesa.

Tutti i dettagli.

IL CONTRATTO PER I BATTELLI TEDESCHI

Il contratto – spiega la nota – avrà durata quinquennale e replicherà il modello di assistenza a richiesta che Fincantieri opera sui battelli della Marina militare italiana, ovvero intervenendo su chiamata per garantire le più alte prestazioni delle unità.

“Questo contratto rappresenta un considerevole riconoscimento internazionale del valido livello tecnologico e di reputazione che abbiamo raggiunto. È motivo di grande soddisfazione che la Marina del Paese con la maggiore esperienza e capacità cantieristica al mondo in sottomarini convenzionali si sia rivolta a Fincantieri per beneficiare della stessa efficacia di intervento che offriamo alla flotta della nostra Marina. Tale risultato contribuisce a rafforzare ulteriormente il ruolo del gruppo Fincantieri quale hub strategico nel Mediterraneo per la Difesa nell’ambito dell’industria della subacquea” ha commentato l’ad di Fincantieri Pierroberto Folgiero.

IL PROGRAMMA U-212A

Il programma U-212A nasce con un accordo fra i ministeri della Difesa di Italia e Germania nel 1996 e deriva dall’esigenza della Marina militare italiana di disporre entro il 2006 di una nuova classe di sottomarini rispondenti alle moderne esigenze operative. Come ricorda Fincantieri, si intraprese la strada della cooperazione internazionale per via delle estese consonanze tra le esigenze delle forze armate dei due Paesi sia per i requisiti operativi che per le tempistiche di realizzazione. La flotta U-212A della Marina italiana conta quattro unità, quella tedesca ne annovera sei.

EVOLUTO NEL PROGRAMMA NFS

Evoluzione del programma U212A, condotto in collaborazione con i tedeschi di Thyssenkrupp Marine Systems (Tkms), è il programma U212NFS.

Il programma, che comprende due battelli contrattualizzati nel 2021, oltre a una terza unità che ha ricevuto l’approvazione parlamentare e il relativo in service support e la realizzazione del Training Center, è gestito da OCCAR (Organisation Conjointe de Coopération en matière d’Armement, l’organizzazione internazionale di cooperazione per gli armamenti).

Il programma risponde alla necessità di garantire adeguate capacità di sorveglianza e di controllo degli spazi subacquei, considerati i complessi scenari operativi che caratterizzeranno il futuro delle operazioni nel settore underwater e l’approssimarsi del termine della vita operativa delle 4 unità della classe “Sauro” attualmente in servizio.

I sottomarini U212NFS saranno altamente innovativi, con significative modifiche progettuali tutte sviluppate autonomamente da parte di Fincantieri in accordo ai requisiti della Marina Militare.

LA TABELLA DI MARCIA

I primi due battelli saranno consegnati nel 2027 e nel 2029, con il taglio lamiera della seconda unità avvenuto lo scorso sei giugno.

Back To Top